Una messa a Luino per ricordare il genocidio armeno

Predicherà il responsabile della Chiesa Ortodossa Armena d’Italia padre Tyrair Hakobyan

genocidio armeno

Venerdì 23 aprile alle 18.00 presso la Chiesa Prepositurale dei SS. Pietro e Paolo (Piazza Giovanni XXIII – Luino) sarà celebrata una Santa Messa in ricordo dei santi martiri del genocidio armeno.

Predicherà il responsabile della Chiesa Ortodossa Armena d’Italia padre Tyrair Hakobyan.

Il genocidio del popolo armeno avvenne tra il 1915 e il 1916 per mano dell’impero Ottomano e causò 1.5 di morti: ancora oggi la Turchia e molti paesi non lo riconoscono. A partire dal 1965, 29 paesi del mondo (tra cui l’Italia) hanno ufficialmente riconosciuto il genocidio.

Il 12 aprile 2015 Papa Francesco ha parlato esplicitamente di genocidio, citando una dichiarazione del 2001 di Papa Giovanni Paolo II e del patriarca armeno, in occasione della messa del centenario in San Pietro, dichiarando che quello armeno”generalmente viene definito come il primo genocidio del XX secolo”.

È dunque giusto ricordare questi eventi tristi della storia, affinché non si ripetano più.

Alla messa sono invitati tutti: fedeli, laici e chiunque abbia a cuore la verità storica.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 20 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.