Astuti e Peluffo: “Fermiamo questa strage, non si risparmia sulla sicurezza”

L'intervento del Partito Democratico dopo l’incidente sul lavoro a Tradate

Generica 2020

«Questa settimana si chiude con tre incidenti mortali sui luoghi di lavoro: quello tragico di questa mattina a Tradate è infatti il secondo nella sola provincia di Varese e segue quello avvenuto della bergamasca. E’ nostro dovere, come rappresentanti delle Istituzioni e come cittadini fermare questa strage silenziosa – dichiara il Consigliere regionale del PD Samuele Astuti – Nell’esprimere vicinanza alla famiglia, credo che Regione debba, da subito, dar seguito all’ordine del giorno sul tema che abbiamo approvato in Consiglio regionale. Tre i punti da affrontare: rafforzare il coordinamento tra tutti gli attori in campo, datori di lavoro, sindacati e amministrazioni, per potenziare prevenzione e sicurezza, investire sulla formazione e intensificare i controlli».

“La tragedia di stamattina lascia attoniti. Non possiamo limitarci al cordoglio, dobbiamo agire e subito – aggiunge il Segretario del PD Lombardo Vinicio Peluffo – Le morti sui luoghi di lavoro sono una vera emergenza e purtroppo la Lombardia è la prima regione italiana per incidenti mortali. La sicurezza sul lavoro non è un costo ma un grande investimento. Ma il tema non può essere affrontato solo in termini di maggiori investimenti e di controlli più frequenti. Occorre puntare a una nuova cultura del lavoro. Il nostro Paese non può accettare che le persone muoiano in modo così assurdo. Governo e Regioni devono garantire sicurezza e salute».

Erika La Rosa
erika@varesenews.it

 

Ascolto le storie del mondo per conoscere il passato, vivere il presente e sognare il futuro. Scrivo per condividere le emozioni con il lettore che per me è il vero protagonista.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 08 Maggio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.