Campi da padel a Lissago, partiti i lavori

Nel giro di una settimana terminerà il passaggio dei camion scavatori e delle betoniere, che crea un po' di disagio per i residenti a causa soprattutto della viabilità del rione

Lavori Lissago Padel

Sono partiti martedì 20 luglio i lavori al centro sportivo parrocchiale di Lissago, frazione varesina tra la Schiranna e Mustonate.

Galleria fotografica

Lavori Lissago Padel 4 di 10

Il progetto, autorizzato dalla comunità pastorale che ha trovato l’accordo con la società Varese Sports Academy srls, prevede la costruzione di tre campi da padel e di un bar.

I lavori, affidati alla ditta Costruzioni Edili Fontana e coordinati dall’architetto Pietro Ferrario di Busto Arsizio, dureranno circa un mese. Nel giro di una settimana terminerà il passaggio dei camion scavatori e delle betoniere, che crea un po’ di disagio per i residenti a causa soprattutto della viabilità del rione, complicata da sempre.

Nei prossimi giorni il progetto definitivo verrà presentato a Lissago.

Campi da padel a Lissago, i progetti dei promotori e i dubbi di Varese 2.0

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 21 Luglio 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Lavori Lissago Padel 4 di 10

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.