A Luino in via Cavallotti “l’ape regina cerca corte“

Iniziativa dei commercianti della centralissima via per sensibilizzare su di un tema fondamentale per la vita dell’uomo: la biodiversità e i suoi interpreti

Api e fiori

Quattro anni. È il tempo stimato che rimarrebbe all’umanità in assenza di insetti impollinatori.

Inesistenti per molti, inutili per altri e per altri ancora una scocciatura da tenere lontano per godersi le calde giornate estive, che proprio in questi giorni sembrano lontane, forse anche per quel clima impazzito che di certo trova colpe nel comportamento umano.

Ecco che allora un gruppo di esercenti del centro storico di Luino, quella via Cavallotti (foto sotto) che dal lago sale e tanto ricorda le strette strade di mare della riviera ligure, quest’anno daranno vita ad una manifestazione di colori e sapori che ha proprio l’obiettivo di farci tornare tutti quanti coi piedi per terra, alle origini, vicino alla natura dove tutto nasce.

L’idea nasce dal progetto “Lino che passione” (consolidatosi da un percorso nato con la mostra promozionale “Balconi Artistici”) e divenuto oggi un appuntamento imprescindibile dell’estate e proprio il 28 di luglio, mercoledì, e fino al 4 ottobre prende il via l’iniziativa “l’Ape Regina cerca Corte“.

Generica 2020

«Quest’anno il progetto allarga il suo scenario e si pone come obbiettivo la tutela dell’ambiente, la riqualificazione dei territori e concentra tutte le sue attenzioni sul tema dell’apicoltura e biodiversità. Quest’ultima intesa come “Bene Comune“. Le api stanno morendo in tutto il mondo non solo a causa dei cambiamenti climatici bensì dell’utilizzo sempre più massiccio di pesticidi. L’Ape emblema dell’eterna rinascita e del rinnovarsi della natura è in fase di estinzione per questo motivo divulgare un messaggio di “pericolo estinzione” sensibilizzando la realtà
cittadina ci sembra un piccolo nobile ma doveroso gesto», spiega Monica Trussi, storica negoziante di maglieria pregiata nella via Cavallotti e animatrice dell’iniziativa.

Di fatto, all’interno del Centro Storico di Luino è stato creato un Apiario. Nello specifico all’inizio di Via Cavallotti. Artisti, Artigiani e Commercianti hanno infatti contribuito ad impreziosire le Arnie trasformandole in opere uniche e originali. L’idea non è solo rendere le arnie uniche attraverso la creatività di coloro che hanno partecipato bensì di portare allo splendore l’opera che da tanti anni realizzano le api, instancabili operaie.

La Corte dell’Ape Regina
All’interno di uno spazio sito in via Cavallotti, 20 “un’Arnia illustrata“ e ricca di informazioni introdurrà nel fantastico mondo delle api. Telaio dopo Telaio, i testi brevi e interessanti e i disegni dettagliati racconteranno l’anatomia fisica, le diverse specie, la complessa struttura sociale dell’alveare, la produzione del miele (e i suoi innumerevoli impieghi), ma anche la
danza nuziale delle regine e i rischi legati all’estinzione di questo insetto preziosissimo, divenuto simbolo di vitalità e spiritualità in diverse culture.

In programma (nel rispetto delle norme Anti-covid)
Mercatino dei produttori di miele, un mercatino di prodotti alimentari regionali, articoli
salutistici ed erboristici e di artigianato naturale.
Degustazioni guidate a cura degli esperti apistici, dove si potranno assaggiare
diverse varietà di mieli.
Possibilità di organizzare Convegni a tema
Laboratorio gratuito per bambini e distribuzione a tutti di una bustina con semi di piante
e fiori melliferi, per aiutare le api nel loro lavoro, importantissimo per il pianeta.
Area Salva Api: l’ allestimento floreale realizzato presso la via Cavallotti ha rispettato la piantumazione di piante da fiore molto apprezzati alle Api. L’Area Salva Api creata è una
piccola oasi per api e altri insetti impollinatori dove possono trovare rifugio e polline per nutrirsi. Con il contributo di negozi e ristoranti del centro storico saranno allestite diverse Aree Salva Api.

Iniziative concomitanti
La” Luino Chair” : esposizione sedie d’artista per tutto il centro storico:equilibrio perfetto
tra arte, design e comfort pezzi recuperati e imprescindibili sono un esempio di trasformazione
da semplici sedie in vere e proprie opere d’arte.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 27 Luglio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.