Ancora tempi lunghi per la riapertura della Briantea a Malnate

Sono in corso le valutazioni per la messa in sicurezza del muro in questione. Non ci saranno variazioni alla viabilità fino a quando non riaprirà la strada

briantea malnate chiusa

Dalla serata di domenica 25 luglio il tratto di Statale Briantea da via Mazzini a via Gramsci è interdetto alla circolazione, con un conseguente problema alla viabilità. I tempi per la riapertura però continuano a essere lunghi perché ci sono delle opere da fare e spetta ai privati – proprietari del muro “pericolante” in questione – completare l’iter per la messa in sicurezza.

«Abbiamo fatto un’ordinanza verso i proprietari per portare avanti i lavori – spiega il sindaco Irene Bellifemine – e i primi due punti sono stati adempiuti. Ora si proseguirà con il controllo e la verifica da parte dei responsabili e i consulenti per appurare che quello chiesto è stato fatto. Manca ancora la progettualità della messa in sicurezza: i privati hanno 15 giorni a disposizione, tempo che scade intorno al 10 agosto. È stata chiesta una proroga e stiamo rispondendo ma sarà minima, giusto qualche giorno. Dopodiché,  se non avranno adempiuto alla messa in sicurezza del muro, come amministratore dobbiamo sostituirci. Devo però sottolineare che i proprietari stanno collaborando con molta disponibilità».

Per il momento quindi non si vede una rapida risoluzione del problema e la viabilità rimarrà invariata, con l’impossibilità di raggiungere Varese da via Gramsci.

«Dopo la nostra richiesta al Prefetto – prosegue il sindaco malnatese – domani alle 11 ci sarà un incontro con lui. Ci siamo già sentiti telefonicamente e ci ha confermato che stiamo compiendo le azioni corrette. Non possiamo variare la viabilità e non verrà installato un semaforo per il traffico alternato in via Gramsci. Dalle verifiche fatte dalla Polizia Locale e le forze dell’ordine è emerso che creerebbe ancora più disagi».

Francesco Mazzoleni
francesco.mazzoleni@varesenews.it
Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 04 Agosto 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.