Il silenzio di Paitoni durante l’interrogatorio di convalida del fermo in carcere a Varese

L’uomo si è limitato a declinare le sue generalità su consiglio del difensore Stefano Bruno. “Per ora gli ho dato assistenza sul piano umano“

141Tour Miogni: i luoghi

Si è avvalso della facoltà di non rispondere dinanzi al giudice per le indagini preliminari Giuseppe Battarino, e di fronte al pubblico ministero Luca Petrucci che nella tarda mattinata di oggi hanno varcato la soglia del carcere dei Miogni di Varese dove Davide Paitoni è rinchiuso da domenica con l’accusa di aver assassinato il figlio Daniele di 7 anni e di aver tentato di uccidere la moglie, da cui si stava separando.

I due vocali di Paitoni, oggi la convalida del fermo per i fatti di Morazzone e Gazzada

Il consiglio di non parlare è stato dato all’indagato dal suo legale, Stefano Bruno, che sta lavorando sul fronte umano più che processuale: «Per il momento ho fatto solo una cosa che non mi compete, cioè assistere una persona in difficoltà dal punto di vista umano. Paitoni non è lucido, non è nelle condizioni di rispondere, gli ho consigliato di non dire nulla. In questo momento c’è da tutelare la sua incolumità», spiega l’avvocato.

Di fronte al giudice, Paitoni si è limitato dunque a declinare le sue generalità, niente di più.

Ora la decisione, scontata, legata alla convalida del fermo di indiziato di delitto e dell’applicazione della misura della custodia cautelare in carcere, attesa per il pomeriggio.

«Avremo molto tempo per la difesa», ha concluso l’avvocato Bruno, «del resto non sono ancora neppure riuscito a confrontarmi con Paitoni sul fatto».

Andrea Camurani
andrea.camurani@varesenews.it

Un giornale è come un amico, non sempre sei tu a sceglierlo ma una volta che c’è ti sarà fedele. Ogni giorno leali verso le idee di tutti, sostenete il nostro lavoro.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 04 Gennaio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.