Dopo un primo accordo a Besnate si spacca il centrodestra, tra Bori e Dal Secco

Fallisce la mediazione. Dal Secco, che già a inizio marzo pareva la candidata unitaria, va avanti con una civica e con FdI. Mentre la Lega è convinta sul nuovo nome indicato dai forzisti, Andrea Bori

I candidati di  Forza Italia alle regionali 2023

A Besnate si spacca il centrodestra. In modo un po’ inaspettato. O meglio: con una rottura definitiva – Lega e Forza Italia da una parte, Fratelli d’Italia dall’altra – che segue l’improvviso dietrofront rispetto al nome trovato già a inizio marzo, quello di Nadia Dal Secco.

Dal Secco viene dalle file di Forza Italia, eppure era stato il suo partito a cambiare le carte in tavola, proponendo il nome di Andrea Bori, pur chiedendole di rimanere parte della squadra.

Oggi, in un susseguirsi di dichiarazioni, si arriva però alla spaccatura definitiva.
«Forza Italia dà pieno sostegno alla candidatura come sindaco per le prossime elezioni comunali di Besnate ad Andrea Bori che sarà l’unico candidato supportato da partiti del centrodestra», dice una nota del partito fondato da Silvio Berlusconi.

Peccato che nel frattempo da Fratelli d’Italia arriva la conferma che il partito di Meloni non sarà nella coalizione a sostegno di Bori: «Sosterremo la lista di Nadia Dal Secco, con alcuni nostri nomi» dice il delegato enti locali per il Gallaratese, Salvatore Marino. «Ci sarà anche il consigliere uscente, Pierluigi Geddo». Con il simbolo bianco-azzurro di Meloni? «Vedremo se con il simbolo o senza».
Dal Secco dal canto suo ha rivendicato fino all’ultimo di aver «lavorato per mantenere viva la coalizione di centrodestra fin dall’inizio».

L’aspetto paradossale è che il nome di Dal Secco era stato uno dei primissimi dati per certi per questa tornata elettorale, nella convinzione di tutti i partiti che fosse il nome giusto. Poi però l’accordo è saltato, forse per logiche interne a Forza Italia: Dal Secco infatti era sostenitrice della corrente di Pietro Zappamiglio, sconfitta dalla nuova maggioranza interna di Simone Longhini. E ora che anche Zappamiglio è passato ad FdI gli scossoni si sono propagati fino a Besnate.

Lega e Forza Italia in ogni caso sono convinti. Gli azzurri parlano di «pieno supporto politico» alla lista di Bori, «una convinta adesione al suo progetto civico nato nell’interesse della città in maniera ragionata e condivisa proprio per mettere in campo un’idea di amministrazione che sia competitiva e possa auspicabilmente vincere, fatto indispensabile per dare il necessario cambio di passo alla realtà di Besnate».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 11 Aprile 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.