La Pro Patria fallisce la rimonta sulla Virtus Verona ma è comunque salva

Tigrotti sconfitti 3 a 1: si complica la corsa ai playoff ma arriva la matematica salvezza. Nell'ultima partita a Busto Arsizio i veneti trovano il doppio vantaggio nel primo tempo con il gol di Danti e il rigore di Gomez. Nel finale accorcia Ghioldi, Ceter in pieno recupero ristabilisce i due gol di distanza

Pro Patria - Virtus Verona 1 a 3

Una sconfitta indolore, a conti fatti: la Pro Patria perde 3 a 1 contro la Virtus Verona ma può comunque tirare un sospiro di sollievo e sorridere per avere conquistato la matematica salvezza maturata con il contemporaneo pareggio della Pergolettese, che resta indietro in classifica di quattro punti quando mancano soltanto 90′ al termine della stagione regolamentare (Pro Patria 46, Pergolettese 42).

Galleria fotografica

Le foto di Pro Patria – Virtus Verona 4 di 38

(Servizio fotografico a cura di Roberta Corradin)

19 e 27: IN DUE NUMERI LA STAGIONE DELLA PRO PATRIA

Nell’ultima partita dell’annata calcistica in quel di Busto Arsizio i tigrotti salutano il pubblico di casa con un po’ di amaro in bocca per la quindicesima sconfitta in 37 gare di campionato, l’ottava nelle mura dello Speroni dove i bianco-blu registrano il quartultimo score negativo del girone A.

Davanti ai propri tifosi peggio hanno fatto solo Alessandria (retrocessa), Pro Sesto (penultima e a un passo dalla retrocessione) e il Renate. Il “rovescio” di quanto invece fatto in trasferta e, complessivamente, nel girone di ritorno con 27 i punti conquistati dai ragazzi di mister Colombo, bottino decisivo per agguantare una salvezza che a dicembre, con la squadra al diciassettesimo posto a 19 punti (gli stessi fatti in casa in tutta la stagione), sembrava tutt’altro che scontata. Anche se già allora si intravedeva del potenziale inespresso e sbocciato rigogliosamente tra gennaio e febbraio, i mesi in cui è stato costruito l’obiettivo e il cui sforzo anche è stato pagato a caro prezzo in questo ultimo mese di stagione regolamentare.

LA PARTITA: LA VIRTUS SFRUTTA LE TRAPPOLE

Alla Virtus dell’eterno Gigi Fresco (42 anni da allenatore e presidente in rosso-blu) servivano tre punti per agguantare anch’essa l’aritmetica certezza del settimo anno consecutivo nel calcio professionistico e tre punti sono arrivati con la prima storica vittoria nel Varesotto.

Se i tigrotti non sfruttano almeno tre palle gol – tutte le primo tempo – sui piedi di Castelli, i veneti colpiscono con malizia e cinismo, trovando il doppio vantaggio già prima della mezzora grazie al gol di Danti – un gran destro da fuori area indirizzato all’angolino e baciato dal palo interno – e il rigore trasformato da Gomez al 26′, quando Minelli per la terza partita consecutiva provoca un rigore, questa volta con uno sgambetto su Daffara.

Nella ripresa la Pro Patria sembra a lungo andare a sbattere contro il muro della Virtus, che si difende a pieno organico per raggiungere la salvezza, fino a quando i cambi (Bertoni, Mallamo, Ghioldi e Parker) non danno false speranze di riaccendere il match: ad accorciare le distanze a 10 dalla fine è Ghioldi, autore di un gol tanto bello quanto ricercato, ma in pieno recupero Ceter con un colpo di testa su corner (l’ennesimo subito dalla Pro Patria) ristabilisce il doppio vantaggio a favore degli ospiti.

LE PAROLE DI COLOMBO, FIETTA E GHIOLDI

Colombo: “Avrei firmato per la salvezza alla penultima partita”, Fietta: “Ultima partita? Ancora non lo so”

LE PAGELLE

Pagelle Pro Patria: difesa cedevole, attacco sprecone, Gholdi e Mallamo danno una scossa

RIVIVI LA DIRETTA MINUTO PER MINUTO

Calcio, Serie C: Pro Patria – Virtus Verona in diretta

IL TABELLINO:

PRO PATRIA-VIRTUS VERONA 1-3 (0-2)
Reti: 18′ Danti (VVE), 26′ Gomez (R) (VVE), 81′ Ghioldi (PPA), 89′ Ceter (VVE)

Pro Patria (3-4-2-1): Rovida, Moretti, Fietta, Minelli; Renault C. (57′ Renault G.), Nicco (57′ Bertoni), Ferri (57′ Mallamo), Ndrecka; Stanzani (68′ Parker), Citterio (75′ Ghioldi); Castelli. A disposizione: Mangano, Bongini, Vaghi, Bashi, Marano, Somma, Ferrario, Curatolo. Allenatore: Colombo

Virtus Verona (3-5-2): Sibi; Mazzolo, Ruggero, Ntube; Daffara, Mehic, Metlika (82′ Manfrin), Zarpellon (61′ Nalini), Vesentini (82′ Ronco); Gomez (78′ Begheldo), Danti (78′ Ceter). A disposizione: Zecchin, Voltan, Zigoni, Toffanin, Menato, Ambrosi. Allenatore: Fresco.

Sanzioni: Nessuna.

Arbitro: Silvestri di Roma 1
Collaboratori: Chichi di Palermo e Cataneo di Foggia
IV Ufficiale: Scicolone di San Donà del Piave

Marco Tresca
marco.cippio.tresca@gmail.com

 

Rispettare il lettore significa rispettare e descrivere la verità, specialmente quando è complessa. Sostenere il giornalismo locale significa sostenere il nostro territorio. Sostienici.

Pubblicato il 20 Aprile 2024
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Le foto di Pro Patria – Virtus Verona 4 di 38

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.