La tenzone del risotto: “Nessuna concorrenza: hanno vinto Varese e la nostra tradizione gastronomica”

Torniamo sulla “tenzone del risotto” della scorsa domenica con la risposta del segretario cittadino della Lega Marco Bordonaro

Varese - Salvini e Giorgetti in piazza del Podestà

La scorsa domenica la piazza di Varese è stata teatro anche di una curiosa coincidenza, la storia di due risottate in un’inaspettata concorrenza: quella della Lega e quella, solidale, destinata alla Casa della Carità della Brunella. Ne abbiamo scritto in un articolo al quale ora risponde il segretario cittadino della Lega Marco Bordonaro. ecco le sue considerazioni:


Cara Stefania e cara Varesenews,
ho letto l’articolo sulla “tenzone del risotto” e posso assicurare che la presenza di due “risottate” in contemporanea è stata frutto di una banale coincidenza di date; organizzare la festa per i quarant’anni della Lega e portare in piazza, in mezzo alla gente, tanti membri del Governo nonché nostri rappresentanti in diverse istituzioni è – credetemi – una operazione logisticamente molto complessa.

Per quanto riguarda il nostro “supremo risottatore”, il notissimo e apprezzatissimo Lillo, credo non abbia molto apprezzato l’accostamento a Peppone, soprattutto per ovvie ragioni di diverse simpatie politiche, anche se entrambi sono – citando Gramsci – personaggi felicemente nazionalpopolari.

Ci siamo posti il problema sulla presenza dei due eventi in contemporanea, ma siamo pur sempre un capoluogo di ottantamila abitanti ed eravamo certi non avremmo dato alcun fastidio alla pregevole iniziativa della Casa della Carità. Così è stato: forse l’unica difficoltà è stata trovar parcheggio, come a Varese succede spesso negli ultimi tempi. I piatti serviti (gratuitamente) alla festa della Lega sono stati circa seicento, quelli in Canonica mille. L’unico rimpianto? Non aver avuto tempo e modo di assaggiare anche risotto di chef Barzetti, ma posso garantirvi che anche quello – a base di luganega – preparato dal nostro Lillo e dalla sua, cito il vostro articolo, “curiosa banda”, meritava eccome!

Entrambe le manifestazioni sono state un successo, ed è una grande vittoria per Varese e per un nostro piatto tipico, il risotto. Quindi, viva Varese, viva la nostra tradizione gastronomica, e soprattutto viva la “curiosa banda” del risotto!

Marco Bordonaro
Segretario LEGA Varese

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 16 Aprile 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.