Convalidato l’arresto per l’uomo che ha investito il vicino a Varese

Il legale ha chiesto una misura meno afflittiva per l'uomo che lunedì ha travolto il vicino di casa con l'auto ma il giudice si è riservato e per il momento lo ha lasciato in carcere

giudiziaria

Il giudice per l’udienza preliminare di Varese Luciano Luccarelli ha convalidato nella tarda mattinata di oggi, mercoledì 29, l’arresto dell’uomo che secondo l’accusa avrebbe tentato di uccidere un condomino suo vicino di casa in un alloggio popolare di vicolo Mera, a Varese, investendolo con l’auto. Il giudice si è riservato circa la misura cautelare da applicare: l’uomo per il momento rimane in carcere.

Il difensore ha chiesto l’attenuazione della misura della custodia cautelare in carcere anche alla luce delle condizioni familiari dell’uomo, padre di numerosi figli. I fatti sono avvenuti nel primo pomeriggio di lunedì quando una chiamata di Soccorso fece intervenire volanti e ambulanze nel centralissimo quartiere di Bosto, non distante dall’Università che in via Ravasi ha il suo rettorato. Secondo una prima ricostruzione l’indagato avrebbe investito più volte con un furgone la vittima, 35 anni, per poi aggredirlo. La Polizia, in serata, ha poi proceduto all’arresto. Sul fatto indaga il pubblico ministero Lorenzo Dalla Palma; l’accusa è di tentato omicidio.

Per la lite di Varese in via Mera c’è un arresto per tentato omicidio

di
Pubblicato il 29 Maggio 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.