La replica di Trenord sulla multa di 74 euro: “Il passeggero avrebbe dovuto avvertire prontamente il controllore”

Sul biglietto acquistato online sono indicate le norme di utilizzo che al punto 1 lettera b prevedono il caso oggetto della protesta di un viaggiatore

treni trenord malpensa express

Ecco la risposta di Trenord relativa al caso del viaggiatore che la sera di mercoledì 15 maggio si è visto comminare dal controllore una multa di 74 euro per esser salito in anticipo – alle 18 anziché alle 19 – sul treno Varese-Malpensa.


Sul biglietto acquistato online, come quello esibito dal viaggiatore, sono indicate le norme di utilizzo del titolo di viaggio. Al punto numero 1 lettera b è scritto: “Il passeggero, avvertendo prontamente il capotreno, può intraprendere il viaggio anche in anticipo rispetto all’orario prescelto in fase di acquisto, senza incorrere in alcun tipo di sanzione”.

Sale in anticipo e con il biglietto sul treno Varese-Malpensa e si prende 74 euro di multa

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 16 Maggio 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Massimiliano Bellon Bellucci
    Scritto da Massimiliano Bellon Bellucci

    Ok, niente da dire rispetto al fatto che se la norma è scritta non là si può ignorare. Ma il punto è “perché occorre informare il capotreno?”
    Di base è stato acquistato e pagato un biglietto per coprire una certa tratta, generico, senza assegnazione di uno specifico posto a sedere, e quindi a cosa serve sta norma? Solo a complicare le cose e rischiare che le persone incorrano in sanzioni assurde che servono solo a far cassa da parte di aziende come Trenitalia che invece di fornire un buon livello di servizio creano disagi quotidiani agli utenti eliminando treni all’improvviso, facendo continui ritardi, e costringendoli a viaggiare spesso ammassati come in carri bestiame.

  2. Sandro Frigerio
    Scritto da Sandro Frigerio

    Va avvisato il capotreno, perché il biglietto ha una durata di tempo limitata. Pertanto, se la finestra temporale venisse estesa, si correrebbe il rischio di un doppio utilizzo. Mi sembra ovvio.
    Purtroppo é una diretta conseguenza della sostanziale mancanza di controlli in treno. E se protesti, Trenord ti dice: “I capotreno hanno anche altre incombenze”. Chissà come mai, fino a qualche anno fa non le avevano….

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.