“Abbiamo dimostrato che la lega può governare bene”

Intervista a Fabio Rizzi candidato sindaco per la Lega nord

Fabio Rizzi, quarant’anni e scapolo convinto, è il candidato sindaco della lista monocolore della Lega Nord in lizza per il Comune di Besozzo. Laurea in medicina e chirurgia con specializzazione in anestesia, docente all’Università di Roma in “Terapia antalgica e anestesia loco regionale” è attualmente responsabile di terapia antalgica all’Istituto clinico Mater domnini di Castellanza. In Comune a Besozzo è  stato Assessore alla salute e politiche sociali da ’97 al 2002 e poi vicesindaco fino ad oggi. Dal 2003 è responsabile sanità della Lega Nord varesotta e dal novembre 2006 segretario provinciale. Nel 2005 è stato candidato regionale ed escluso dal Consiglio per sole 5 preferenze.
Quali sono stati i criteri con cui ha scelto i nomi da inserire nella sua lista?
“Il criterio è stato quello della continuità: due terzi della lista viene dall’Amministrazione uscente, per il resto abbiamo dato rappresentanza al territorio e inserito dei giovani. Siamo soprattutto cittadini con voglia di lavorare. In lista non ci sono indipendenti, i candidati sono tutti tesserati Lega nord, tra questi 12 sono militanti attivi e 5 simpatizzanti.“

Pregi e difetti della precedente Amministrazione
“Tra i pregi c’è sicuramente la grandissima dedizione e il rispetto di ogni punto del programma elettorale. In aggiunta è stato realizzato un restauro storico del palazzo seicentesco, sede del Municipio. Abbiamo amministrato come un gruppo di amici, c’è sempre stata un’assoluta condivisione di idee, fatto che ha permesso di approvare le decisioni in tempi rapidi.
Per quanto riguarda i difetti, i leghisti duri e puri ci accusano di non essere stati abbastanza leghisti e non aver realizzato una fontana con il sole delle alpi. Per tutta risposta penso che un’amministrazione corretta ed efficiente sia il miglior ritorno di immagine per la Lega Nord.
Quali sono per lei e la sua lista le tre priorità per Besozzo?
"Primo mettere i soldi sotto terra, nel senso che occorre rafforzare gli investimenti nella rete idrica e fognaria. Posso dire tuttavia che, nonostante l’emergenza idrica, Besozzo non avrà problemi nei prossimi mesi grazie al potenziamento dei pozzi, inoltre il depuratore di Beverina ha permesso di avere sempre acqua potabile. Investiremo per convogliare tutta la rete fognaria al depuratore delle Fornaci e quello consorziale della Monvallina. 
Secondo risolvere i problemi viabilistici nelle frazioni già previsti nel Prg. Per Olginasio c’è un accordo con la provincia di Varese per costruire una strada di raccordo tra la SP1 e la cosiddetta superstrada, la SS 629. Verrà completata al strada che taglia fuori il centro di Bogno passando da Sottocampagna ed è prevista nel prg una via per evitare la strettoia di Cardana collegando via Pasubio e via Montello.  
Terzo rafforzare il settore scioculturale grazie anche alle nuove opportunità che si aprono con il restauro della sala Duse e la possibilità di organizzare una stagione teatrale per giovani e famiglie. Per quanto riguarda l’area sociale sono molto orgoglioso dei servizi che siamo riusciti ad offrire alla popolazione, opportunità che non sono state massicciante utilizzate, nonostante la loro promozione perché probabilmente non c’è la necessità. Cercheremo comunque di rafforzare la collaborazione con gli oratori per i giovani e con la Fondazione della casa di riposo per gli anziani. "
L’ex Sonnino è da oltre 10 anni proprietà del comune di Besozzo avete dei progetti a riguardo ?
"Questo non è un punto sul programma elettorale per non prendere in giro gli elettori. La ristrutturazione dell’ex sonnino è fuori dalla portata economica del Comune di Besozzo. Da dieci anni cerchiamo una soluzione e sovvenzioni regionali o statali, ma i lavori costerebbero tra i 7 e i 10 milioni di euro. La demolizione rappresenta circa un terzo del preventivo per via della quantità di ferro e cemento nelle murature e l’edificazione è complessa per via della vicinanza del fiume Bardello. A parte i problemi tecnici, il progetto è dedicare parte dell’edificio agli anziani e parte ad una biblioteca multimediale per i giovani, creare una zona verde ed un parcheggio. Ovviamente pensiamo ad una struttura per il paese, non vorremmo la realizzazione di unità abitative o un centro commerciale. Il fatto che non sia nel programma non significa nulla perché personalmente preferisco sorprendere gli elettori che mancare ad una promessa. "
Lanci uno slogan per invitare un cittadino di Besozzo a votare la sua lista
"Continuiamo assieme per il bene di Besozzo. Penso che i cittadini abbiano capito la qualità della nostra amministrazione: besozzesi per Besozzo. Abbiamo dimostrato che la Lega può governare e farlo bene."

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 07 Maggio 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.