E adesso basta però

Complici anche noi giornalisti, ma come si poteva fare diversamente, i ciclisti padani stanno diventando noiosi.
Si poteva immaginare che avrebbero scatenato il putiferio. Una trovata geniale solo dal punto di vista del marketing politico. Per il resto un’operazione di dubbio buon gusto, oltre che brutta da guardare.
Le risposte sono arrivate numerose, stizzite, ironiche, pesanti, noiose, ma hanno fatto sentire un’opinione pubblica attiva e attenta. Ora, passate le vacanze, arriveranno le schiere di imbecilli a divertirsi a sfregiarle o imbrattarle. Inutile oltre che stupido.
Bene, anzi male. Adesso basta però. Lasciamoli lì a pedalar da fermi e aspettiamo di vedere la loro stagione del “federalismo”. È su quella, come ricordava Giorgetti, all’indomani della schiacciante vittoria elettorale, che si misurerà il passo della Lega. Sulla capacità di riformare un Paese allo sbando e che arranca con fatica. E stavolta, ha ragione sempre il buon Giorgetti, proprio non ci saranno scuse.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 agosto 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore