Bach per clavicembalo e Mozart al Teatro del Popolo

Mercoledì 22 aprile alle 21 straordinaria esecuzione dell’Orchestra Filarmonica Europea diretta da Kirill Vicniakov. Al clavicembalo Gabriele Toia

Con il concerto di mercoledì 22 aprile alle 21 al Teatro del Popolo di via Palestro 5 a Gallarate, inserito nella stagione della Fondazione Culturale “1860 Gallarate Città” onlus, l’Orchestra Filarmonica Europea completa il ciclo dei concerti di Bach per clavicembalo.
La serata prevede infatti la presentazione di tre concerti del grande compositore (BWV 1055 – 1056 – 1057), oltre alla Sinfonia K73 di Mozart.
Con la K 73 si arricchisce l’ormai già lungo elenco delle sinfonie di Mozart di cui l’orchestra ha in progetto di arrivare ad eseguire l’intero catalogo. Si tratta di una composizione di un Mozart ancora adolescente, ma con già numerosi richiami a quello che sarà poi lo stile inconfondibile del periodo della maturità. E’ una delle prime sinfonie in assoluto in cui l’organico strumentale comincia ad arricchirsi: non più archi e oboi – corni, come nella tradizione , ma anche flauti, trombe e timpani. Da sottolineare che come flautisti, l’orchestra ospiterà due allievi neodiplomati dell’Istituto Puccini di Gallarate, secondo un’ottica di inserimento di giovani musicisti che ha sempre seguito nei suoi vent’anni di vita.
 
Al clavicembalo Gabriele Toia, noto e stimatissimo clavicembalista bustese, da tanti anni attento esploratore delle partiture bachiane. Con l’orchestra ha già collaborato in passato per l’esecuzione integrale dell’Offerta musicale e dell’Arte della Fuga. Diplomato in Pianoforte al Conservatorio “G. Verdi” di Milano. La direzione del concerto del 22 aprile è affidata a Kirill Vichniakov, che dal 2005 è maestro collaboratore dell’Orchestra Filarmonica Europea (direttore musicale Marcello Pennuto).
 
L’operazione che l’Orchestra Filarmonica Europea sta compiendo va però ben oltre: il progetto Bach prevede anche, in questa stessa stagione concertistica, l’esecuzione delle versioni per oboe dei concerti per clavicembalo: infatti nel concerto di Natale 2008 è stato eseguito il BWV 1053 per oboe, poi ripresentato a febbraio nel 1° ciclo di quelli per clavicembalo ( solista Marco Giarratana). Il 7 maggio al Teatro del Popolo verranno eseguiti il 1041 e 1042 per violino (rispettivamente 1058 e 1054 per clavicembalo, eseguiti a febbraio) e il 1055 e 1056 per oboe (stessi numeri BWV e in versione clavicembalo in questo concerto del 22 aprile).
 
L’orchestra, al termine di questa stagione concertistica, avrà aggiunto al suo ormai vastissimo repertorio anche l’integrale dei concerti per oboe e per clavicembalo.
L’Orchestra Filarmonica Europea è nata nel 1989 con il nome di Orchestra sinfonica varesina. Da allora un numero sempre maggiore di musicisti ne hanno fatto parte e molti di loro sono stranieri: fino ad oggi si registrano rappresentanti di Ungheria, Russia, Yugoslavia, Polonia, Albania, Spagna, Romania,Olanda,Turchia, Francia, Lituania, Brasile. Anche il repertorio si è via via ampliato e spazia tra quello sinfonico, operistico e sacro. Numerosi anche i solisti invitati e i direttori ospiti e frequenti gli incontri a scopo didattico con le scuole: nella maggior parte dei concerti si è data la possibilità ad alunni di scuole dalle elementari alle superiori di assistere alla prova generale presentata in forma di lezione. Finora oltre 9.000 alunni vi hanno partecipato. Questa attività è stata ufficialmente riconosciuta dal Provveditorato agli studi della Provincia di Varese che nel 1994 ne ha dato il patrocinio. Da segnalare che gli incontri con le scuole così come con il pubblico in genere sono anche stati realizzati da diversi singoli strumentisti dell’orchestra che hanno presentato individualmente in appositi concerti lezione i loro strumenti. Nel 1997 l’orchestra ha accompagnato la Corale G.Verdi di Samarate nella tournée estiva in Ungheria esibendosi nelle città di Sukosd, Kalocsa e Kecskemet. In questa occasione gli orchestrali italiani sono stati affiancati da colleghi ungheresi: Czutor Zsolt, Lilla Szentmihalyi, Andrea Czisar, Andrea Szigeti (violini), Zsolt Otvos (tromba), concretizzando così i propositi di collaborazione internazionale che animano l’Associazione Musicale Mozart di Gallarate, ente supervisore dell’orchestra stessa. Numerosi i cori che hanno collaborato con l’orchestra, anch’essi avvicendatisi in un ottica di scambi culturali che dal 2001 ha assunto dimensioni internazionali con la partecipazione del grande Coro dell’Università di Regensburg (Germania) ad una tournée in Italia e con l’esecuzione del Requiem di Verdi in varie località tra cui la famosa Abbazia di S.Giacomo a Pontida. Il fiore all’occhiello dell’orchestra è però la sezione giovani studenti che accoglie musicisti, anche stranieri, che pur non avendo ancora compiuto il ciclo degli studi sono ritenuti idonei ad un inserimento graduale nell’attività concertistica: questa iniziativa è quindi motivo di stimolo e aggregazione per questi aspiranti orchestrali che possono fra l’altro suonare a fianco di musicisti ormai affermati e di grande esperienza professionale. Nella Pasqua 2000 l’Orchestra ha partecipato con un concerto alle manifestazioni ufficiali per il Giubileo alla Certosa di Pavia. Nell’ambito del centenario verdiano ha eseguito la Messa di Requiem all’Abbazia di Pontida con enorme successo di pubblico. Nel 2004 ha eseguito il Requiem di Mozart a Milano nella prestigiosa Chiesa del Carmine. Dal 1998 ha la propria stagione sinfonica annuale presso il centro Aloisianum di Gallarate.Nel 2006 ha collaborato con il Mozartchor di Salisburgo per l’esecuzione del Requiem e di una selezione di brani dal Flauto magico in occasione del 250° anniversario della nascita di Mozart. Fra i solisti che hanno suonato con l’orchestra si citano Fabrizio Meloni (1° clarinetto della Scala) che nel 2006, anno mozartiano, ha eseguito il concerto per clarinetto di Mozart, Gabriele Screpis (2007, concerto per fagotto di Mozart), David Johnson, Sandro Ceccarelli (2007, concerto per 2 corni di Haydn). Nel 2008 l’orchestra ha suonato con I Virtuosi della Scala (Formisano, De Rosa, Meloni, Screpis e Stagni). Nel 2008 ha eseguito il concerto BWV 1055 con Francesco Pomarico ( 1° oboe dell’Orchestra nazionale della RAI).
 
Il clavicembalo in scena per il concerto del 22 aprile è un prezioso strumento fiammingo fornito dalla Ditta Bizzi di Bodio , famosa in tutto il mondo per i suoi pregiatissimi strumenti.
 
Per informazioni e prenotazione dei biglietti (costo 8 euro): Teatro del Popolo in via Palestro 5 il lunedì dalle 17.00 alle 19.00, da martedì a venerdì dalle 11.00 alle 14.00 e dalle 17.00 alle 19.00 (telefono 0331.784140); Teatro Condominio Vittorio Gassman di via Sironi il sabato dalle 17.00 alle 19.00 (telefono – attivo negli orari di biglietteria – 0331.775311). Informazioni e prenotazioni telefoniche da martedì a venerdì dalle 16.00 alle 17.00 al numero 0331.784140.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 16 Aprile 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.