Derubata la moglie del ministro Maroni

Il fatto è avvenuto nel posteggio fuori dal camposanto. Il ladro ha rubato dall'automobile la borsa della donna

La moglie del ministro Roberto Maroni ha subito un furto. La donna che era andata al cimitero di Lozza, dove vive la famiglia del titolare del Viminale, ha lasciato parcheggiata la sua auto nel parcheggio davanti al camposanto. Quando è ritornata all’automobile, ha trovato il vetro rotto: un ladro le aveva rubato alcuni effetti personali e una borsa.
Poco dopo, alcuni agenti di polizia trovavano la borsa della signora in una strada alla periferia del paese. C’era tutto: i documenti, un’agenda e alcune tessere. Dal portafoglio mancavano solo i soldi, circa 200 euro. La questura esclude che ci sia una qualsiasi connessione tra il ruolo politico svolto da Roberto Maroni e il fatto, anche perché la casa del ministro e il cimitero sono piuttosto distanti. Si tratterebbe, invec,e di un fatto occasionale, forse un tossicodipendente che avendo bisogno di denaro contante per comprarsi una dose abbia rubato nella prima macchina che ha trovato.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 novembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore