L’architettura dell’Olanda raccontata da due protagonisti

Maurice Nio e Boris Zeisser intervengono all'Ordine degli Architetti per presentare le diverse concezioni del paesaggio che esistono nei Paesi Bassi e nella nostra penisola

Ha ottenuto il patrocinio del Consolato generale dei Paesi Bassi a Milano il ciclo di serate, organizzato dall’Ordine degli Architetti di Varese, che ha come protagonista l’Olanda e i designer olandesi. Il secondo appuntamento, introdotto dall’architetto Matteo Bettoni (curatore del ciclo d’incontri insieme all’architetto Silvio Carta), è in programma mercoledì 3 novembre alle 20,30 nella sede varesina dell’Ordine, in via Gradisca 4. La serata avrà due ospiti d’eccezione, Maurice Nio e Boris Zeisser, che attraverso la propria esperienza e l’analisi dei progetti architettonici forniranno un interessante raffronto tra i diversi modi di interpretare il paesaggio urbano nei Paesi Bassi e in Italia.

Maurice Nio è uno dei protagonisti dell’attuale scena architettonica olandese. Fondatore e membro del gruppo Nox (gruppo di ricerca delle possibili interazioni e interferenze fra l’architettura e i nuovi media) fino al 1996, dal 2000 svolge attraverso il suo studio professionale un’attività di ricerca e progettazione basata su di un attento studio del luogo e dei vincoli che la realtà contingente impone. I suoi inconfondibili progetti sono caratterizzati da forme curvilinee, da alcuni definite “bloboidali”, realizzati grazie a software complessi e materiali sofisticati. Tra le opere che recano la sua firma, una per tutte la Zuidtangent, la più estesa linea europea di trasporto pubblico di alta qualità.
Boris Zeisser ha fondato nel 2001 insieme a Maartje Lammers il 24h-Architecture, studio di architettura che si ispira alla natura e la cui filosofia di fondo si traduce in progetti ispirati all’arte dell’ecologia. Ha al suo attivo un elenco impressionante di progetti internazionali eco-compatibili che vedono tra le sue ultime realizzazioni una casa estiva in Svezia e l’Ichthus Academy di Rotterdam. Lo staff internazionale di 24h-Architecture è composto da 16 persone impegnate nell’ampio progetto di attività architettoniche e di design che prevede l’istituzione di scuole, e lo sviluppo di edifici residenziali e hotel in Europa, in Asia e nelle Americhe.
Maggiori dettagli e info:
http://www.ordinearchitettivarese.it/ViewNews.aspx?nid=2093&pid=1

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 novembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore