Qui c’è l’essenza dell’essere artigiano

Tre voci autorevoli, Giorgio Merletti (Presidente di Confartigianato), Mauro Colombo (direttore dell'Associazione Artigiani) e Paolo Feltrin (docente universitario), hanno curato l'introduzione al libro "Oltre la linea" di Davide Ielmini

Se è vero che in genere è difficile trovare l’essenza delle cose, diventa difficilissimo quando l’oggetto è complesso, come, appunto, è il mondo dell’artigianato. «Con “Oltre la linea” – spiega Mauro Colombo, direttore dell’Associazione artigiani di Varese, il cui contributo apre il libro – Davide Ielmini ha portato alla luce messaggi  profondi e molto chiari che se letti e interpretati con attenzione rivelano l’essenza mai abbastanza svelata della cifra distintiva di questa mirabolante esperienza di vita che è l’intraprendere. Ogni nome, ogni racconto cela un aspetto che prende corpo attraverso il comportamento dei protagonisti. Così, in questo libro il modo di parlare di impresa è sovvertito a favore dei singoli a definire la teoria. Queste storie di imprese, spesso micro, diventano stile, un esempio. Senza enfasi con concretezza e semplicità».

Giorgio Merletti
, presidente di Confartigianato Varese, è uomo di passione e carattere. Non le manda mai a dire, caparbio come un artigiano che crede nella sua idea imprenditoriale. «Questo libro – spiega Merletti, nel suo contributo introduttivo – è prima di tutto un libro di emozioni senza barriere, se non quelle del buon senso, rivolte a se stessi e agli altri. Con il coraggio di chi vuole dire la sua perché deve farlo: qualunque sia il responsabile della catastrofe. Vita vissuta, dunque, sulla pelle».
Ielmini dà voce agli imprenditori in un racconto che lascia spazio alla teoria quando è richiamata dalle stesse testimonianze. Insomma , in "Oltre la linea" «c’è un rinnovato protagonismo» degli artigiani, come sottolinea il professor Paolo Feltrin, docente di Scienza della Politica all’Università di Trieste e profondo conoscitore del mondo dei piccoli imprenditori. «Nelle quasi cinquanta testimonianze raccontate nelle pagine del libro –scrive feltrin nella sua introduzione – andare “oltre la linea” è sinonimo anche di una sfida costante per qualsiasi artigiano: trasformare il limite dimensionale in una risorsa, in capacità produttiva e in possibilità di crescita. L’orgoglio dei “Piccoli" si accompagna infatti al costante dilemma sulla crescita, all’interrogativo su “quanto più grandi”, pur conservando la dimensione artigiana, il sapere e il saper fare che ha dato origine all’impresa».

Il libro sarà presentato venerdì 26 novembre alle ore 10 alla Sala Prestinoni di Varese (Viale Milano, numero 5, secondo piano Associazione artigiani). Oltre all’autore, saranno presenti: Giorgio Merletti, presidente di Confartigianato Varese, Mauro Colombo, direttore dell’Associazione Artigiani. Con loro le voci dei protagonisti: Roberto Michelon (Ecocostruire Snc), Riccardo Visentin (Visentin Riccardo Gioielli) e Daniele Zanzi (Fitoconsult).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 novembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore