Per Saronno il quarto posto è più lontano

Sconfitti in casa al tie break da Torino, i biancoblu scivolano in sesta posizione. La William vince e può ancora sperare, maratona per Sumirago che la spunta contro Grassobbio dopo oltre due ore

Si fa sempre più difficile per Saronno la rincorsa al quarto posto nel girone A di serie B2, obiettivo platonico di questo finale di stagione: il 2-3 interno con cui i biancoblu cedono a Torino dopo una lunga battaglia lascia la squadra di Gervasoni a meno 3 punti dal traguardo, con due giornate ancora da giocare. Intanto in serie C la William Varese alimenta le flebili speranze di qualificazione ai playoff: i varesini sono a un punto da Concorezzo, ma all’ultima giornata i brianzoli avranno il match point. Perde con onore la Wiskey Varese contro Carnate, mentre Sumirago ha la meglio in un’estenuante sfida con Grassobbio: da record il primo set, chiuso addirittura sul 39-41!
 

B2 MASCHILE – Assenze e sfortuna penalizzano Saronno, che ancora una volta non passa l’esame del tie break e si vede raggiungere in classifica dalla Tuninetti Torino. La squalifica comminata a Bertini costringe Gervasoni a schierare Bozza in palleggio: la squadra di casa fatica ad abituarsi al nuovo assetto e il primo set è dominato da Torino (5-8, 12-16, 16-25) facilitata anche dai troppi errori in battuta dei saronnesi. Migliora però l’intesa tra i biancoblu nel secondo parziale: dopo il 2-0 iniziale, passaggi a 8-7 e 14-14, con Scotti efficace a muro. Sul 16-16 ancora Scotti in attacco e il muro di Bagatin mandano avanti Saronno, che mantiene l’esiguo vantaggio fino al pallonetto vincente di Bagatin per il 25-23. Nel terzo set ancora equilibrio, ma questa volta è Torino a condurre: 7-8, 14-16. Gli “amaretti” pareggiano i conti sul 21-21 e poi nuovamente sul 23-23, ma a questo punto Cassina e Castelli chiudono il set a favore dei torinesi. Saronno reagisce con un grande quarto set: dopo l’8-7, la squadra di casa si porta in vantaggio 16-12. Scotti è ispiratissimo, realizza il 18-14 in attacco e subito dopo il 19-14 in battuta. Il finale è tutto di Gerbella che mura Castelli per il 25-18. Si va al tie break e qui la sfortuna penalizza ancora Saronno: De Finis si ferisce al mento e viene accompagnato al pronto soccorso, al suo posto entra Massimo Monti. Si procede comunque punto a punto, ma sul 12-12 un ace di Castelli e una “doppia” di Giudici consegnano due match point a Torino; Saronno annulla il primo ma, malgrado il doppio cambio tentato da Gervasoni, al secondo tentativo i piemontesi chiudono.
“Sono stato utilizzato poco per tutto l’anno – commenta Stefano Bozza – ma stasera, quando forzatamente l’allenatore si è dovuto appoggiare a me, mi sono fatto trovare pronto. Mi spiace per il risultato finale, avremmo meritato la vittoria per quello che abbiamo messo in campo”.
 
Pallavolo Saronno-Tuninetti Pneumatici Torino 2-3 (16-25, 25-23, 23-25, 25-18, 13-15)
Saronno: Bozza 2, Bagatin 21, Gerbella 11, Buratti 5, Rossi 13, Scotti 18, De Finis (L), Pizzolon 5, Crescini, Giudici, Monti (L2). All. Gervasoni.
 
Serie B2Risultati e classifica
 
C MASCHILE – La luce dei playoff resta accesa in fondo al tunnel della William Varese, ma sarà davvero dura centrare l’obiettivo per la squadra di Rossi che deve contare soprattutto su un “miracolo” di Marcignago all’ultima giornata contro Concorezzo. La William, infatti, riposerà in occasione del turno conclusivo di campionato e i rivali avranno la chance per assicurarsi il quarto posto in classifica. Per il momento, comunque, i varesini restano in scia grazie a un netto 3-0 (25-11, 25-12, 25-21) sul campo del fanalino di coda Hidrotec Bergamo. Perde invece, ma con onore, la Wiskey Varese: 1-3 (25-23, 17-25, 14-25, 18-25) contro un Cereda Carnate ormai lanciatissimo verso la serie B2. Splendida rimonta dei padroni di casa nel primo set, dal 16-21 al 25-23, ma Carnate non si distrae più e domina i restanti tre parziali. Incredibile la sfida tra Viar Valvole Sumirago e Volley Grassobbio: le due squadre inscenano un clamoroso primo set durato fino al 39-41 dopo quasi tre quarti d’ora di battaglia. Sumirago riesce a non sentire le tossine, porta a casa il secondo set, perde il terzo ancora ai vantaggi (24-26) ma domina il quarto e alla fine chiude con Lizzappi sul 3-2 (39-41, 25-21, 24-26, 25-14, 15-13). La prossima settimana turno di riposo, si torna in campo sabato 30 aprile con William-Agliatese, Grassobbio-Wiskey e Sumirago-Marcignago; prima però c’è il ritorno delle semifinali di Coppa Lombardia tra William e Bedizzole. Giovedì 21 aprile alle 21.15 i varesini dovranno tentare l’impresa per ribaltare lo 0-3 dell’andata.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 Aprile 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore