Rapina tra i disperati che vivono sotto alla Mornera

Un ragazzo rumeno è stato derubato di tutti i suoi soldi: la polizia ha fermato un'altra persona che vive sotto al ponte, in via Pacinotti

La storia di una rapina che nasce e finisce in via Pacinotti, in un luogo nascosto sotto al ponte della Mornera. Qui vive un gruppo di rumeni senza casa: da un anno, esposti alle intemperie, accampati su letti di fortuna, in una forma di convivenza meno pacifica – forse – di quel che si pensava.
La rapina nasce tra loro: nel pomeriggio del 23 luglio gli agenti del Commissariato di Gallarate sono intervenuti al cimitero, dove un giovane di anni 26 era stato rapinato. Il ragazzo era stato aggredito e derubato della somma di 180 euro da un uomo della sua stessa nazionalità. Sia la vittima del furto che il presunto ladro "risiedono" nel micro-campo nomadi che si trova sotto il ponte della Mornera, in via Pacinotti. Secondo il ragazzo rapinato, chi gli ha portato via i soldi (custoditi gelosamente nel marsupio, poverissima cassaforte per il proprio patrimonio) era pericoloso e anche in possesso di una arma da fuoco

Gli agenti, insieme a quelli di Busto Arsizio e ai Carabinieri, sono arrivati in via Pacinotti e hanno individuato come presunti autori della rapina un uomo di anni 49, D.B., e una donna di anni 60, C.M., (la zia di D.B.) quale custode dei soldi rapinati al 26 enne. Gli agenti durante i controlli hanno trovato una prima banconota nel marsupio di D.B., mentre la donna a richiesta degli agenti ha mostrato loro il contenuto del suo borsellino dove era custodita la restante somma sottratta al 26 enne. D.B. è stato arrestato per rapina e C.M è stata indagata in stato di libertà per il reato di concorso in rapina. La vittima è tornata in possesso dei suoi averi ed è tornata a dormire i suoi sonni poco tranquilli nel campo degli invisibili, dove tutti si devono guardare le spalle.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 Luglio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore