Stelluti: “Mai insinuato contatti tra Pd bustocco e mafie”

L'ex-sindaco di Bollate risponde alla conferenza stampa indetta dal Pd provinciale sulle affermazioni fatte a margine dell'incontro su mafia e politica organizzato dai renziani: "Mie parole distorte dalla stampa"

Carlo Stelluti, nel frattempo, esce dal silenzio e spiega cosa è accaduto la sera dell’incontro a Villa Tovaglieri: «Prima di tutto voglio sottolineare che uno dei giornalisti presenti quella sera ha ricostruito la vicenda in maniera del tutto caricaturale – attacca Stelluti – sono state utilizzate dichiarazioni carpite da una mia conversazione con il vice-segretario del Pd Alfieri al di fuori del mio intervento durante il quale mai ho accostato l’isolamento vissuto a Bollate con quello vissuto a Busto. Avevo risposto ad una domanda di Alfieri che mi chiedeva perchè me ne fossi andato dal consiglio comunale e dal Pd cittadino. Una domanda alla quale avevo risposto spiegando di essermi trovato spesso in minoranza come era accaduto a Bollate, un accostamento dal punto di vista tecnico e non nella sostanza. Le origini dell’isolamento che avevo percepito a Busto sono di natura completamente diversa rispetto alla vicenda di Bollate». E allora perchè non ha smentito quelle parole? «Perchè non volevo che il caso montasse in maniera ulteriore – spiega – a quanto vedo, però, qualcun’altro lo ha fatto al posto mio. Non temo la querela, sono un uomo libero e non sono più iscritto al Pd». Sull’isolamento a livello regionale e provinciale Stelluti non fa passi indietro: «Scrissi ad entrambi i segretari inoltrando un documento con tutte le intercettazioni e le relazioni tra esponenti della mia maggioranza e le organizzazioni criminali e la risposta fu un laconico "grazie"»

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 13 Novembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.