Droga nei boschi, tre arresti

Due uomini fermati a Pregnana, un altro a Rescaldina. Tutti in aree boschive già note per la presenza di spacciatori

Avevano droghe pesanti ed erano in una zona nota per lo spaccio. Li hanno trovati i carabinieri della Stazione di Arluno, ieri sera giovedì 10 gennaio: agli arresti sono finiti un cittadino marocchino 33enne ed un italiano 31enne per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
I due uomini sono stati bloccati nella zona boschiva notoriamente frequentata da spacciatori in via dei Rovedi a Pregnana Milanese. Il 33enne aveva con se ben 25 grammi di cocaina e sei grammi di eroina, mentre il giovane italiano, proveniente da Novara, a bordo della sua macchina aveva circa 10 grammi di cocaina.
Un altro arresto, sempre per droga, è avvenuto nella zona boschiva di Rescaldina. Protagonista un sudamericano 30enne con addosso sei grammi di cocaina e, a casa, un bilancino di precisione e 25 grammi di sostanza da taglio. Tutti e tre i pusher sono stati arrestati e verranno processati con rito direttissimo presso la Procura di Milano.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 11 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.