Villa Cortese la spunta al tie break

Due ore di battaglia sul campo della Duck Farm Chieri: due volte in vantaggio, le biancoblu rimontano grazie al muro (19 punti) e chiudono sul 9-15 al quinto. In classifica è meno 8 da Busto

Qual è il modo migliore per preparare una sfida decisiva di Champions League sul campo impossibile dell’Eczacibasi? Sicuramente non spremersi alla morte a Torino quattro giorni prima. L’Asystel MC-Carnaghi lo sapeva e aveva cercato in tutti i modi di spostare questo incontro, ma una volta in campo onora l’impegno fino all’ultimo, recuperando due volte lo svantaggio e imponendosi con un netto 9-15 al tie break. Da elogiare grinta e carattere della squadra di Caprara, un po’ meno l’approccio al primo e soprattutto al terzo set: alla fine il tecnico di Villa è costretto a rinnegare il suo esperimento iniziale e sostituire Malagurski con Barun, che per la verità non fa meglio in attacco ma piazza 4 muri pesantissimi. Proprio il muro, come sempre del resto, è il leit motiv della partita: ben 19 punti nel fondamentale (nonostante l’assenza precauzionale di Folie) e 5 di una scatenata Caterina Bosetti, a fermare Ravetta e Piccinini in discreta serata. Tiene anche la ricezione di Parrocchiale, mentre in attacco è sempre protagonista Klineman con 18 punti. Giulia Rondon sa bene che la prestazione della sua squadra non è stata trascendentale: "Quando vinci non giocando bene vuol dire che hai voluto fermamente una vittoria e che sei riuscito a far prevalere la tua volontà. Noi eravamo ferme in difesa e neanche il palazzetto ci ha aiutato, con poche possibilità di prendere punti di riferimento”. La vittoria, comunque, non impedisce alla MC-Carnaghi di scivolare a meno 8 dalla capolista Busto Arsizio: un gap che comncia a farsi significativo, anche se l’analisi è rinviata al post-Turchia.

LA PARTITA – Cambi in avvio per Caprara: Malagurski è titolare per Barun, in diagonale con Rondon, mentre Folie, dolorante a entrambe le caviglie, resta in panchina cedendo il posto a Garzaro. Salvagni lascia fuori, almeno all’inizio, le due nuove arrivate Gennari e Frigo.
In apertura di match l’equilibrio regna sovrano: Malagurski entra bene in partita con un attacco e un muro per il 6-8, Veljkovic prova ad allungare sul 7-10, ma Piccinini e Ravetta piazzano un break di 5 punti per il sorpasso (13-11). Caprara prova il doppio cambio con Mojica e Barun; la portoricana però sbaglia per il 17-13 e Borgogno firma l’allungo di Chieri per il 20-15. Da qui Villa trova una spettacolare rimonta sul turno di battuta di Veljkovic (un ace), ma sul 21-21 sono di nuovo le padrone di casa a staccarsi (24-21) grazie a due errori avversari. Due set point annullati, poi Piccinini chiude per il 25-23.

Si riprende a lottare nel secondo set (4-3, 7-8); un ace di Klineman porta la MC-Carnaghi sul 10-12, e Rondon si fa sentire a muro siglando il 10-15. Ancora un muro, stavolta di Klineman, vale il 14-18, ma non è finita: Chieri torna subito a meno 1 con Fernandez e pareggia sul 20-20 con un ace di Ravetta. Si procede in parità fino al 23-23, poi Malagurski e Bosetti consegnano il successo alle ospiti.
Black out di Villa Cortese nel terzo set: subito 4-0 nel segno di Piccinini, che diventa addirittura 8-2. Una serie di errori di Vindevoghel convince Salvagni a gettare nella mischia Gennari, subito protagonista per il 12-6; dall’altra parte entra Barun, ma è Ravetta a murare il 15-8, e Caprara si prende anche un “giallo” per proteste che frutta il 17-9. Villa si riavvicina fino al 19-16 grazie a Bosetti, ma Bechis in battuta firma il 23-19 e un muro di Borgogno riporta avanti Chieri.

Confermate per il quarto set Gennari da una parte e Barun dall’altra: un ace di Fernandez e Ravetta portano sul 7-5 le torinesi, che allungano fino al 10-7 grazie a un errore in battuta di Bosetti. La Duck Farm conserva il vantaggio fino al 14-11, ma con tre errori di Gennari e Piccini consente a Villa di rientrare fino al 15-15; Caterina Bosetti è poi protagonista, con un doppio attacco e un ace, nel break che manda avanti la MC-Carnaghi sul 16-19. Non basta ancora, perché due errori punto rimettono in parità i conti sul 19-19; sul 21-22 ci pensano però Klineman, Veljkovic e il muro di Caterina a chiudere, portando le squadre al tie break.
Tensione per il tie break, ma l’impressione è che la benzina delle padrone di casa sia ormai finita: Villa Cortese, infatti, firma subito il break del 3-6 e poi allunga addirittura fino al 4-10. La MC-Carnaghi continua a condurre (7-12) e si procura cinque match point con Veljkovic sul 9-14; a sfruttare la prima chance è sempre Caterina Bosetti per il 9-15.

Duck Farm Chieri Torino-Asystel MC-Carnaghi Villa Cortese 2-3 (25-23, 23-25, 25-19, 21-25, 9-15)
Chieri: Frigo, Borgogno 10, Bechis 2, Sirressi (L), Gennari 8, Ravetta 21, Fernandez Navarro 13, Vietti ne, Piccinini 16, Fabris, Zauri (L), Vindevoghel 2. All. Salvagni.
Villa C.: Malagurski 8, Viganò, Mojica, Nomikou ne, Klineman 18, Folie, Veljkovic 13, Garzaro 5, Barun 9, C.Bosetti 20, Parrocchiale (L), Rondon 1. All. Caprara.
Arbitri: Andrea Gentile e Umberto Zanussi.
Note: Spettatori 3600. Chieri: battute vincenti 5, battute sbagliate 7, attacco 41%, ricezione 64%-52%, muri 7, errori 32. Villa: battute vincenti 3, battute sbagliate 10, attacco 40%, ricezione 49%-38%, muri 19, errori 31.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 20 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.