Amicinbici festeggia 10 anni, la bici tra città e turismo

L'associazione cardanese promuove l'uso della bici per il tempo libero e nella vita quotidiana. Nel 2013 tanti appuntamenti e una speranza: "Sarebbe bello veder nascere un'associazione come la nostra anche a Busto o Gallarate"

In bicicletta per le strade del paese (pardon: città, dallo scorso anno), nelle scuole e nelle piazze a fare "lezione" di ue ruote, ma anche in giro per l’Italia per cicloturismo: sono i tanti volti di Amicinbici, l’associazione di Cardano al Campo – associata FIAB – che quest’anno festeggia dieci anni di attività. Un 2013 con un programma ricco e la speranza di far germogliare qualcosa di simile nei dintorni: «l’auspicio sarebbe vedere nascere e crescere un’associazione simile anche a Gallarate e Busto Arsizio», ci dice il presidente Luigi Iametti.

Un’associazione di ciclisti in una realtà così piccola, anche solo nel 2003, era «una scommessa», riconosce Iametti. Una scommessa che però è stata vinta forse anche grazie alle tante idee diverse della bicicletta portata avanti, dalla promozione con mezzo di trasporto locale sostenibile (ideale per "vivere" in paese e nelle piccole città della zona) all’uso turistico, passando comunque sempre da quella funzione aggregativa così evidente nel nome "Amicinbici". E non manca la funzione di stimolo: «Significativo come risultato è stato l’inserimento della mobilità ciclabile nel Pgt di Cardano, con un piano ciclabili». Tutto accompagnato dalla promozione culturale della bicicletta – anche con idee curiose come il "tirasegno" delle distanze interne al paese (immagine a destra) – che tocca adulti e nuove generazioni: «Ci siamo evoluti dalla semplice promozione di qualche gita in bici ad un calendario ampio, ma nel frattempo siamo andati anche in altri Comuni, fino ad arrivare alla proposta di integrazione del collegamento Cardano-Malpensa a livello regionale. Abbiamo promosso Bimbinbici con Casorate Sempione. Ora stiamo lavorando sull’idea di promuovere nelle scuole corsi formativi per l’uso della bicicletta». E se l’attenzione e l’interesse verso la due ruote cresce, perchè non andare oltre? Così Iametti lancia un’idea che sembra quasi una sfida (positiva) lanciata ai vicini: «L’auspicio sarebbe vedere nascere e crescere un’associazione simile anche a Gallarate e Busto Arsizio, come è nata recentemente a Saronno». Le due città vicine sapranno rispondere?

Nel frattempo, Amicinbici va avanti presenta anche il programma del 2013, fittissimo di eventi: una ventina gli appuntamenti nell’arco dell’anno, che vanno dalle facili pedalate lungo i Navigli fino ai veri e propri viaggi proposti dall’associazione.  Quest’anno il viaggio clou è quello in programma dal 25 al 28 aprile, “Laguna di Venezia e dintorni”, partendo da Padova e toccando poi – con percorso che è ovviamente tutto pianeggiante – anche l’insolito paesaggio della Laguna, passando d’isola in isola. Altri viaggi sono quelli dal 31 maggio al 2 giugno, da Pavia a Mantova, e il weekend 22-23 giugno nelle terre di Don Camillo e Peppone, tra Brescello e Sabbioneta. E poi, naturalmente, tante altre escursioni come quelle sui fiumi (Adda, ma anche Ticino nella zona del Piano di Magadino, in Svizzera), sui laghi (Ceresio), nelle valli (Val Brembana). E per finire ancora le gite “gastronomiche” d’autunno, saltando di sagra in sagra (6 ottobre) e andando sul Naviglio fino a Robecco per assaggiare cassoela.
«Eventi di tutti i tipi» conclude Iametti. «Noi siamo slow biker, non vogliamo correre, ma cogliere la ricchezza del territorio, della gente, in modo compatibile con le capacità di chiunque vuole partecipare».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 13 Febbraio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.