Vento, 120 le uscite dei vigili del fuoco

Interventi per piante cadute e tatti pericolanti. A Malnate un ferito, a Maccagno il pontile ha minacciato di staccarsi. I venti hanno sfiorato i 120 chilometri orari

ventoCentodiciotto chilometri orari al Campo dei Fiori, 90 a Bodio Lomnago, 84 a Leggiuno, 80 a Tradate: questo il bollettino dei venti (fonte: Osservatorio Schiapparelli) soffiati fra la notte scorsa e stamani sul Varesotto: una bufera che si è scatenata nella serata di ieri, domenica, causando i primi danni a Luino per continuare a sferzare sull’intera provincia.
Oltre al fatto più grave, vale a dire il tetto della scuola a Castiglione Olona che ha causato in mattinata l’evacuazione di 350 bambini, attorno alle 14 erano oltre 120 gli interventi eseguiti dai vigili del fuoco di tutte le stazioni presenti sul territorio provinciale. In più rispetto alle già citate uscite dei vigili del fuoco di Luino domenica sera, è da segnalare l’intervento, sempre nella notte, per la copertura del complesso “ex Borsalino” a Rancio Valcuvia, lungo la statale 394: qui per ore sono stati al lavoro i vigili del fuoco del distaccamento di Luino, in azione anche per una pianta caduta a Bonga (zona Poppino), e ancora di fronte al Palazzo Serbelloni, sede del comune, sempre per tetti pericolanti. Ancora nel Luinese, in mattinata, si è reso necessario l’intervento per un pontile dell’Unione Velica di a Maccagno che ha rischiato di staccarsi per via del lago “ingrossato” dal vento.
Dal comando provinciale dei vigili del fuoco parlano di interventi a “macchia di leopardo” sull’intera provincia: dalla Valcuvia al Saronnese diverse le chiamate sempre per piante spezzate – vedi a Varese dove si è spezzato un faggio ornamentale ai giardini di Palazzo Estense – e cornicioni pericolanti: il caso più grave, che ha causato il ferimento di un uomo, si è verificato a Malnate. Nella zona di Busto Arsizio diversi gli interventi per cartelloni pubblicitari divelti e tetti scoperchiati.
Il rischio per la caduta degli alberi è difatti molteplice: le piante possono distruggere i tetti delle abitazioni, come accaduto a Luino, o ferire i passanti; ma i problemi principali si verificano solitamente per la viabilità stradale, o ferroviaria: la caduta di piante sulla linea elettrica che dà corrente ai convogli, come accaduto stamattina sulla linea Trenord, ha provocato disagi sulle corse dei pendolari.

Galleria fotografica

Il faggio monumentale si spacca 4 di 8
di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 novembre 2013
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Il faggio monumentale si spacca 4 di 8

Galleria fotografica

Vento: i disastri a Luino 4 di 9

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore