“Il gioco delle Baccanti” a Villa Delfina

Venerdì sera il parco della villa di via Donatello a Crenna diventa palcoscenico per uno spettacolo liberamente tratto dalle Baccanti di Euripide

L’Associazione “Vivere Crenna” propone venerdì 27 giugno 2014, alle ore 21.00, nel parco di Villa Delfina a Crenna, lo spettacolo teatrale dal titolo Il gioco delle Baccanti, liberamente tratto da Le Baccanti di Euripide. In caso di pioggia lo spettacolo è rimandato a sabato 28 giugno. L’evento, ad ingresso libero, è organizzato in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Gallarate. Adattamento drammaturgico e regia sono di Maria Sara Mignolli, che così ci parla del suo spettacolo: «Le Baccanti è una delle tragedie più enigmatiche e complesse di Euripide, possiede una grande energia vitale, ma allo stesso tempo è percorsa da una forza distruttrice, come se l’atto creativo generasse inevitabilmente anche la sua distruzione. Ciò che maggiormente emerge dalla tragedia è il conflitto, e nelle Baccanti le vere protagoniste sono proprio le opposizioni archetipiche: bene/male, religione/stato, passione/avversione, uomo/dio, vita/morte, finzione/verità. L’inconciliabilità tra questi elementi opposti, che pervadono il testo conferendogli un sentimento di diabolica forza e di narcisistica, umana, debolezza, è ciò che ha maggiormente stimolato le nostre riflessioni sul testo. Ponendoci in un rapporto dialettico nei confronti della tragedia di Euripide, abbiamo cercato le domande giuste, senza dare nulla per scontato, interrogandoci su che cosa siano il desiderio e il piacere, chiedendoci oltre quali limiti l’uomo torna a essere un animale, perdendo la ragione e il controllo di sé. Infine ci siamo persi nella drammatica vicenda di Penteo, ne abbiamo visto tutto l’orrore, per poi ritrovarci a baccanteggiare sul monte Citerone, giocando a scuotere il tirso, correndo con le gambe sferzate dal vento. Le Baccanti, per noi, è anche questo: una grande festa, il rito per celebrare Dioniso, il dio che più di tutti è vicino agli esseri umani poiché si preoccupa maggiormente della loro felicità, ma è il più vicino a noi anche per il suo temperamento vendicativo e permaloso. Abbiamo così scelto di raccontare le Baccanti di Euripide attraverso lo stratagemma del gioco e della festa, che si trasforma in un gioco di seduzione onirico e illusorio tra i due archetipi per eccellenza: l’Uomo e la Donna, lo Spirito Apollineo e il Dionisiaco, la Luce e l’Oscurità. I reali personaggi della tragedia – il coro delle Baccanti, Dioniso, Agave, Cadmo e Penteo – sono evocati e, di volta in volta, impersonati in un continuo spostamento dal piano della fantasia a quello della realtà, a tratti con grottesca ironia, a tratti con drammatica leggerezza. La scena, animata solo dai corpi e dalle parole dei giovani attori e attrici del Laboratorio Avanzato della Scuola Proscaenium, è volutamente priva di qualunque artificio teatrale: la semplicità del gesto, l’uso dello spazio e il potere delle parole sogno gli unici strumenti con i quali abbiamo voluto sfidare uno dei testi fondamentali della nostra tradizione drammaturgica».

IL GIOCO DELLE BACCANTI

Venerdì 27 giugno 2014

Ore 21.00

Villa Delfina – Via Donatello 9/a

Crenna di Gallarate (VA)

Adattamento drammaturgico e regia: Maria Sara Mignolli

Con: Andrea Borgomaneri, Sara Buzzi, Giovanni Gorla, Davide Lacalendola, Aurora Mamprin, Giulia Provasoli, Roberto Radicion, Bianca Ramponi, Francesca Sironi.

INGRESSO LIBERO

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 giugno 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore