Nascono i moderati di “Insieme per la nostra città” e dialogano col Pd

Primo incontro a Villa Calcaterra per la nuova lista civica che punta a portare un candidato sindaco della società civile a Palazzo Gilardoni. Il profilo tratteggiato da Bottini combacia con quello a cui pensano i democratici, presenti in gran numero

insieme per la nostra città elezioni 2016 busto arsizio

Si chiama “Insieme per la nostra città” la nuova lista che Gianfranco Bottini ha presentato questa mattina nella sala del camino di Villa Calcaterra. L’elegante stanza della villa viene spesso usata per i matrimoni e, a guardare i presenti questa mattina, sembrava proprio di essere ad un matrimonio che sancisce l’unione elettorale di questo nuovo soggetto moderato con i democratici, presenti in gran numero.

L’obiettivo è quello di portare a Palazzo Gilardoni un sindaco della società civile moderata. Un profilo che combacia con quello di Gianluca Castiglioni (assente fisicamente ma presente idealmente all’incontro), il nome che in molti vedono bene come candidato del Pd.

Bottini, dopo l’esperienza con Forza Italia ed Ncd, ha riunito gran parte degli esponenti politici cittadini fuoriusciti negli anni dal vecchio centrodestra targato Forza Italia-Lega Nord. C’erano due ex-assessori di Farioli come Mario Crespi e Luigi Chierichetti, c’era Emanuele Fiore (che parallelamente ha lanciato proprio oggi il suo tour nei quartieri della città colo nome di #bustomerita), era presente anche l’ex-consigliere comunale Carlo Fontana, la consigliera di amministrazione del Parco Altomilanese Anna Colombo.

In piedi, dietro le ultime file c’era quasi tutto il Pd: Il segretario Salvatore Vita, Valerio Mariani, Walter Picco Bellazzi, Angelo Verga e i giovani Artusa e Brugnone. Una presenza massiccia quasi a mettere in chiaro che questo nuovo soggetto civico è con il Pd che sta dialogando. D’altra parte – come ha voluto sottolineare lo stesso Bottini – di Forza Italia e Lega non c’era proprio nessuno.

Eppure nella sua presentazione Gianfranco Bottini ha voluto lasciare tutte le porte aperte: «Noi vogliamo rappresentare la Busto moderata che vuole vedere i problemi risolti, non ci interessa entrare in questioni ideologiche e vogliamo allargarci ad una coalizione che voglia condividere un programma concreto con noi».

Bottini ha sottolineato che l’intenzione non è imbarcare chiunque, basta che porti voti ma «guardiamo a tutti quelli che credono nella famiglia, nella libertà d’impresa, nella libertà personale e che vogliono una giustizia un po’ più giusta. Ma soprattutto vogliamo stare con chi vuole un’amministrazione vicina ai cittadini».

Positivo il commento del segretario cittadino e consigliere comunale del Pd, Salvatore Vita: «Siamo qui perchè vogliamo comprendere in che direzione va questa lista civica. – ha detto a margine dell’incontro – Noi da tempo lavoriamo per soluzioni a favore della città. Questa proposta risponde alla nostra istanza che chiede una più ampia rappresentanza, oltre i partiti. Bottini sa che siamo su questa posizione. Dopo 25 anni questa città ha bisogno di una sferzata seria. Non siamo qui per caso».

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 24 ottobre 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore