Il “Ristoro del buon samaritano” compie sette anni

Lo spazio che offre pasti e un luogo protetto a persone in difficoltà è gestito da volontari, da anni fedeli all'impegno

volontari Ristoro del buon Samaritano Gallarate

Da sette anni, ogni giorno dal lunedì al sabato, c’è un posto dove chi è in difficoltà trova un piatto caldo, ma anche un luogo di relazioni: è “il Ristoro del Buon Samaritano”, lo spazio attivato (a gennaio 2009) da Comunità San Cristoforo, parrocchie e caritas cittadine.

Il “Ristoro” ha sede in quella che un tempo era la vecchia mensa per lavoratori gestita dalle Acli, sotto le case della parrocchia (lo storico Fajetto): da sette anni ogni giorno si presenta qui una squadra di volontari, coordinati dalla signora Giorgia Stoian, che è assunta dall’associazione costituita allo scopo dalle parrocchie cittadine (che la finanziano). Prima di mezzogiorno iniziano ad arrivare gli ospiti, una presenza costante, in parte italiani, in parte stranieri: il Comune di Gallarate paga i pasti (50 mila euro per i pasti dal lunedì al venerdì), l’attenzione per le persone che vengono qui è di tutti i volontari. Chi viene – persone a volte con storie problematiche, a volte sole – trova un tavolo dove mangiare, ma anche una tavola, un ambiente (caldo, d’inverno) dove parlare e relazionarsi.

Del “Ristoro del buon samaritano” avevamo già parlato più diffusamente due anni fa, l’articolo di allora lo trovate cliccando qui. L’esperienza va avanti e va avanti soprattutto grazie alla costanza dei volontari, che in totale sono all’incirca una sessantina e vengono da ogni quartiere della città e in alcuni casi anche da qualche paese limitrofo. Giovedì 10 dicembre hanno festeggiato con una cena (nella foto) il nuovo traguardo, insieme a Monsignor Ivano Valagussa, che rappresenta il decanato di Gallarate e quindi la rete di parrocchie che ogni giorno si prendono cura di chi è in difficoltà.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 11 Dicembre 2015
Leggi i commenti

Foto

Il “Ristoro del buon samaritano” compie sette anni 2 di 2

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.