“Cicogna” movimentata: i medici salvano mamma e bebé

Il personale dell'ospedale ha salvato una donna in attesa e il suo bimbo da una complicazione che avrebbe potuto avere conseguenze drammatiche

Ospedale di Angera

Un malore, la corsa in ospedale e fortunatamente un lieto fine. Anzi un lieto evento. Una mamma in attesa e il suo bimbo sono stati salvati in una situazione di emergenza dal personale del reparto di ostetricia dell’Ospedale Carlo Ondoli di Angera. La donna non si era sentita bene e con il marito aveva deciso di recarsi al pronto soccorso più vicino. Appena arrivata, i sanitari hanno capito che la complicazione era critica e urgente. La donna aveva rotto l’utero e necessitava di essere operata immediatamente. La squadra del reparto – ginecologi, ostetrica, anestesista, pediatra e infermiere – si è attivata da subito e ha salvato mamma e bebé.

Il piccolo, nato prematuramente rispetto al termine previsto, sta bene e i suoi genitori possono tirare un sospiro di sollievo. Tra l’altro il fiocco azzurro appeso alla porta non è stato l’unico della giornata, in serata è stato dato il benvenuto anche a un altro neonato.

Non è la prima volta che il reparto dell’ospedale angerese si trova ad affrontare al meglio giornate “movimentate”. Soltanto pochi mesi fa, il personale aveva festeggiato un’insolita sequenza di nascite: ben dodici in ventiquattro ore.

 

Maria Carla Cebrelli
mariacarla.cebrelli@varesenews.it

Mi piace andare alla ricerca di piccole storie, cercare la bellezza dietro casa, scoprire idee slow in un mondo fast. E naturalmente condividerlo. Se credi che sia un valore, sostienici.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 26 Gennaio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.