Para-rowing: l’hub australiano al fianco della Canottieri Gavirate

Le regate internazionali di aprile potranno contare sul supporto logistico della struttura dei "canguri". Soddisfatto il presidente rossoblu Pomati

giancarlo pomati canottieri gavirate pararowing

Ci sarà anche l’Hub dello sport australiano al fianco della Canottieri Gavirate per le regate internazionali di para-rowing (il canottaggio per atleti disabili) che si disputeranno tra due mesi – tra il 21 e il 24 aprile – e che consegneranno gli ultimi pass per le Paralimpiadi di Rio de Janeiro.

La struttura che fa capo all’Australian Institute of Sports, che sorge a poche decine di metri dalla sede del club rossoblu, servirà infatti per accogliere le squadre in procinto di disputare le gare remiere: un supporto molto importante per la società del presidente Giancarlo Pomati che vuole garantire standard di alto livello per questo appuntamento così importante.

«Stiamo facendo rete con il territorio e vogliamo che la grande importanza di queste regate sia percepita da tutti; per tale ragione possiamo certamente esser soddisfatti del fatto che il nostro messaggio sia stato pienamente recepito dalle istituzioni» spiega Pomati riferendosi anche all’appoggio di Regione, Provincia, Comune e Camera di Commercio. «Per il decimo anno consecutivo Gavirate sarà al centro dell’attenzione mondiale in questa disciplina sportiva con in più il valore aggiunto dell’assegnazione dei pass per le Paralimpiadi. Quattro giorni di grande impegno, sommati a diversi mesi di cura di ogni dettaglio: auspichiamo di esser ripagati dai sorrisi dei canottieri e dai complimenti dei loro allenatori e dirigenti».

Sul lago di Varese saranno quattro le specialità per cui verrà assegnata la qualificazione ai Giochi: singolo maschile e femminile AS (voga con braccia e spalle), doppio TA (tronco e braccia) e 4 con LTA (gambe, tronco e braccia) misti. Le gare non inserite nel programma a cinque cerchi ma presenti nel programma gare di aprile sono il singolo maschile e femminile TA, il doppio misto LTA e il 4 con LTA, in questo caso per atleti con disabilità intellettiva. Per tutti quanti, sfide sulla distanza di mille metri.

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 24 Febbraio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.