Openjobmetis, brividi di gioia: vince allo sprint e va ai quarti di finale

I biancorossi rischiano grosso nel finale dopo aver dominato a lungo. Ma Wayns replica all'unico sorpasso di Gaziantep e la squadra di Moretti passa il turno. Prossima fermata Anversa

Gara 3 - Openjobmetis Varese - Royal Hali Gaziantep 74-71

Vincere aiuta a vincere. Lo si dice sempre, ma è una delle regole che nello sport funziona di più e la Openjobmetis lo ha dimostrato anche nella gara di spareggio per volare ai quarti di Fiba Europe Cup. E il volo è stato spiccato dai ragazzi di Paolo Moretti, che hanno cementato il gruppo dopo la folle vicenda-Faye e hanno superato in una gara da cuore in gola i turchi di Gaziantep.

Galleria fotografica

Gara 3 - Openjobmetis Varese - Royal Hali Gaziantep 74-71 4 di 18

74-71 il finale, ma il punteggio racconta pochissimo di una partita che i biancorossi hanno dominato a tratti, arrivando ad avere fino a 17 punti di vantaggio che a 5′ dalla fine erano ancora 13. Poi, ancora una volta, la flessione maledetta, anche se a differenza di altre partite non è stato uno schianto netto, quanto piuttosto uno scivolone propiziato da qualche fischiaccio e da 9 punti in fila di Stone che nella serie non aveva ancora segnato dall’arco. Però questa volta la Openjobmetis non voleva proprio perdere e dopo l’unico sorpasso (70-71, tripla di Rautins) ha gestito una volata quasi perfetta. Wayns, top scorer di serata, ha segnato la percussione del controsorpasso, la difesa è tornata a fare il proprio dovere mentre stavolta i falli (i biancorossi non erano in bonus) sono stati spesi bene. Salvo che sull’ultimissima azione quando Ruzic è in qualche modo riuscito a tirare, ma nel frattempo Cavaliero – pur balbettando – aveva portato a +3 il vantaggio dei suoi.

Gara 3 - Openjobmetis Varese - Royal Hali Gaziantep 74-71
Cavaliero in lunetta a pochi secondi dalla fine / foto Raso

Ora dunque la squadra di Moretti accede ai quarti di finale proseguendo in un cammino difficile da ipotizzare, viste le tante sciagure di questa stagione. Di fronte ci saranno i belgi di Anversa, non irresistibili ma capaci di eliminare in due gare i più quotati francesi di Villeurbanne: la prima partita sarà a Masnago e forse diventerà quella fondamentale. Sperando che anche in campionato arrivino altri raggi di sole: vincere aiuta a vincere, lo ripetiamo una volta di più.

VENTI E TRENTA – Anche la “bella” degli ottavi di finale di Fiba Europe non richiama a Masnago il grande pubblico. Certo, sugli spalti arriva un po’ di gente in più rispetto alle ultime esibizioni infrasettimanali al PalaWhirlpool ma non si può certo parlare di folla. Priva dell’allontanato Faye, la Openjobmetis ha ovviamente Varanauskas come sesto straniero; quintetto con Kangur e Davies sotto canestro. Nessuna defezione invece tra le fila dei turchi che, anzi, hanno una ventina di tifosi al seguito in parterre.

LA PARTITA – É una gran bella Openjobmetis quella che si vede nella prima metà di gara contro Gaziantep. Dopo un po’ di testa a testa in avvio, i biancorossi stringono le maglie in difesa e continuano a produrre in attacco. Wright è subito caldo e al 10′ Varese comanda 25-16.
Un punteggio che i ragazzi di Moretti proteggono bene anche prima dell’intervallo, a tratti forando con decisione il muro del +10: all’attacco si iscrive anche Wayns che tra l’altro infila pure l’ultimo canestro del periodo per il 42-31.
E stavolta anche il terzo quarto pare positivo, almeno nella prima parte: il testimone d’attacco ora è nelle mani di Davies che al netto di qualche sbavatura tiene avanti i suoi con decisione. Gli ospiti tirano tanto da 3 e a un certo punto accorciano un punteggio che alla mezz’ora si è ridotto al +6, 60-54.

IL FINALE – Con il sale sulla coda però Varese risale di nuovo con Davies (nonostante un suo antisportivo), Wayns (tripla) e Kuksiks (entrata). A 5′ dalla fine la Openjobmetis comanda di 13 e avrebbe di che lamentarsi per un arbitraggio di bassissimo livello; proprio dopo un fallo non fischiato a Davies nasce la clamorosa rimonta di Stone. 3/3 da 3 punti per l’ex veneziano, non certo un tiratore, e gara completamente riaperta perché Varese si scopre fragile e subisce due triple anche da Rautins. L’ex di turno è autore del sorpasso che però dura poco, visto che Wayns in entrata (foto in alto) ridà il vanteggio ai biancorossi. Poi Calloway sbaglia, Cavaliero fa 1/2 ai liberi, prende il rimbalzo sull’errore e rifà 1/2 dalla lunetta per il 74-71. Basta, perché Varese ha falli da spendere e l’ultimo assalto turco è un vero e proprio tentativo della disperazione: avanti Openjobmetis, stavolta piangono gli altri.

 

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 02 marzo 2016
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Gara 3 - Openjobmetis Varese - Royal Hali Gaziantep 74-71 4 di 18

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore