All’Insubria arrivano merchandising e mascotte

Dalla tazza alla felpa, dal foulard al portachiavi: per i suoi 18 anni l'Università dell'insubria ha deciso di regalarsi una vita da università americana. Scoiattolo - mascotte compreso

Dalla tazza alla felpa, dal foulard alla chiavetta usb: per i suoi 18 anni l’Università dell’insubria ha deciso di regalarsi una vita da università americana.

Galleria fotografica

Arriva il merchandising dell'Insubria 4 di 8

Per questo ha realizzato una linea completa di merchandising e una mascotte, che sono state presentate nella mattina del 27 settembre, alla prresenza del rettore Alberto Coen Porisini.  «Non è stato facile far partire il merchandising – ha spiegato il rettore – Ma ora che ha compiuto  18 abbiamo pensato di accelerare e farcela. E ce l’abbiamo fatta, con una linea di prodotti ideata totalmente al nostro interno, e distribuita nelle librerie universitarie e in una serie di locali vicini ai ragazzi».

COME MASCOTTE, UNO SCOIATTOLO ROSSO

«Abbiamo voluto darci, come nelle università americane, una mascotte – spiega il rettore dell’Università – che potesse rappresentare i territori di Como e Varese, a cui l’università appartiene. Il risultato è stato lo scoiattolo rosso: un consiglio dei nostri ricercatori che abbiamo accettato volentieri».

Arriva il merchandising dell'Insubria

Quella dello scoiattolo rosso, poi, è una storia emblematica: «L’animale, tipico dei nostri territori, è a rischio estinzione  – spiega il Rettore – una estinzione causata dalla presenza sempre più invasiva di un altro scoiattolo, quello grigio, che non è delle nostre zone. Per salvarlo è in atto una campagna dell’Unione Europea a cui partecipano anche i nostri ricercatori, guidati dal professor Martinoli».

Le mascotte scoiattolo, in realtà, saranno due e speculari: una per la sede di Como e una per quella di Varese. Saranno perfettamente identiche ma caratterizzate dalle diverse magliette: verde con il logo bianco una, bianca con il logo verde l’altra.

Le mascotte non hanno ancora un nome: si può contribuire a inventarlo seguendo e facendo proposte sulla pagina facebook dell’Università.

GADGET PER TUTTI: IN LIBRERIA E NEI BAR, ASPETTANDO L’ONLINE

Sono già una ventina i gadget “targati” università dell’Insubria: dai classici maglietta, felpa e cappellino ai meno usuali “data bank” per Smartphone o Zaini portapc. Una serie che è già visibile al completo nel sito dedicato dell’università dell’Insubria, ma che non è ancora possibile comprare on line: «E’ la nostra prossima sfida – commenta Coen Porisini – Anche se il loro luogo di vendita classico ce l’hanno già, cioè la libreria universitaria».

Penne, tazze o quaderni con il logo dell’università si potranno però trovare in altri punti del centro di Varese o vicino all’università: oltre alla libreria Cortina, presso il padiglione Antonini, quindi, si potranno traovare al Caffè Carducci, in piazza Carducci 6 a Varese e al CLounge, (per chi è di Varese: l’ex Conrad) in va Cattaneo 1.

Nel catalogo però non ci sono solo i souvenir classici, nel sito definiti “Linea smart“. Una parte, definita “Linea Club” caratterizza i prodotti più “ad alto livello” per linea o materiale: come la t-shirt 100% cotone “Albero”, la cui rappresentazione grafica è ideata dallo stilista Paolo Tonali. Oppure il foulard in seta,  raffigurante  le aree disciplinari dell’Ateneo all’interno di sei medaglioni, con al centro  la cartina antica del territorio insubrico, che richiama la copertina della pubblicazione «Insubres et Insubria» del professor Renzo Dionigi. Il foulard Insubria è stato interamente disegnato a mano da un team di stilisti, autori di progetti grafici delle più rinomate firme ed è realizzato al 100% in seta twill 15MM, con orlo cucito a mano.

 

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 27 settembre 2016
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Arriva il merchandising dell'Insubria 4 di 8

Video

All’Insubria arrivano merchandising e mascotte 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore