Anche Io sono una Meraviglia

Sabato 10 settembre alle 15 e 30 alla Schiranna di Varese, Confartigianato Varese festeggia gli 11 anni dell’Impresa delle Meraviglie: 180 aziende intervistate e 12 macro-settori interessati in 60 comuni della provincia

impresa delle meraviglie

I compleanni sono una gran bella cosa. L’Impresa delle Meraviglie, il progetto nato da Confartigianato Varese nel 2005 per raccontare l’humus imprenditoriale della provincia di Varese, compie 11 anni. La festa ci sarà: sabato 10 settembre, alle ore 15.30 alla Schiranna di Varese negli spazi della festa “Anche Io” di Varesenews, gli imprenditori che in questi anni sono stati i veri protagonisti dell’Impresa delle Meraviglie si ritroveranno per parlare e discutere di lavoro, confrontarsi su cosa significa fare azienda oggi ma soprattutto per condividere quello in cui sono veramente bravi: inventare e fare. È questo quel valore tutto italiano che regge l’economia italiana: l’imprenditoria capillare, diffusa e molecolare.

Ad ispirare i relatori della tavola rotonda organizzata per l’evento, sarà il tema della rete tra imprese. Davide Galli (Presidente di Confartigianato Varese), Federico Visconti (rettore dell’Università LIUC di Castellanza) e Michele Mancino (vicedirettore di Varesenews) andranno oltre il significato del racconto d’impresa per concentrarsi, piuttosto, su quanto oggi le nuove logiche di mercato richiedano soluzioni adatte e veloci al cambiamento. Mettere a sistema conoscenze, esperienze e progetti è ormai riconosciuto come metodo vincente per crescere in competitività. Ed è qui che entrerà in gioco il nuovo progetto che sarà presentato da Mauro Colombo, direttore generale di Confartigianato Varese. Uno strumento che sottolinea l’appartenenza delle imprese a questo nostro territorio, e che vuole aiutarle a connettersi fra loro per metterne ancora più in evidenza le professionalità.

Una festa per tutti: per chi è imprenditore e per chi lo vuole essere, per chi l’azienda la vive e la studia, per chi nelle piccole imprese ci lavora ogni giorno e non si è mai lasciato spaventare dal cambiamento improvviso. Dopo la prima intervista del 2005, Confartigianato Varese non si è più fermata: ad oggi abbiamo incontrato 180 aziende, i macro-settori interessati sono 12 in 60 comuni della provincia di Varese, gli articoli pubblicati su Varesenews – media partner del progetto – hanno raccolto una media di circa 4.000 lettori per intervista.

In questi anni l’obiettivo dell’Impresa delle Meraviglie si è spostato di intervista in intervista: dalla visibilità data alle imprese per farle conoscere all’esterno, al racconto dell’andamento economico nella provincia di Varese con le parole e le azioni degli stessi imprenditori per creare fra loro dei nodi da porre alla base di una nuova competitività. Da una fase di esplorazione dell’impresa a quella della rete, il successo della rubrica lo si deve alla sua immediatezza e veridicità legate ad una buona dose di pragmatismo tutto imprenditoriale. E’ questo che ha svelato a tanti un mondo poco conosciuto.

Con questo progetto, passo dopo passo Confartigianato Varese ha scoperto cose che non credeva potessero esistere tra paure, entusiasmi, sfide e imprese che hanno una gran voglia di andare avanti. E’ questa la passione che gli imprenditori porteranno sabato 10 settembre alla Schiranna di Varese. La passione di chi considera la propria azienda come un albero piantato tanti, tanti anni fa. Una foresta di imprese pronta a contagiare la platea della Schiranna.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 settembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore