Ramella: «Contento della vittoria, ma non ci sono favorite»

Soddisfatto il mister biancorosso al termine della vittoria a Cuneo. Le pagelle: Pissardo e Bonanni, due giovani "esperti"

Il Varese presenta squadra, maglia e inno

Il Varese si gode la prima vittoria del campionato su un campo difficile come quello di Cuneo. Può sorridere mister Ernestino Ramella: «Tutte e due le squadre avevano timore dell’altra. Abbiamo sfruttato poco gli spazi dopo l’1-‘0 ma forse noi abbiamo tenuto di più la palla per sfiancare il Cuneo. Passare in vantaggio per noi è stata una manna dal cielo. Il Cuneo ha avuto un risveglio importante, ma Pissardo non ha fatto parate importanti e questo è stato una buon segnale per noi. Il Cuneo a livello di squadra è uguale al Varese. Le prime giornate non fanno testa e la Serie D è un campionato senza favorite. Ogni partita fa storia a se. Non essendoci più la C2, questo è un campionato importante. Ribadisco il mio concetto sui giovani: c’è qualcosa di sbagliato, chi è bravo deve giocare, non possono scendere in campo perché devono. Da quando io sono a Varese i tifosi non hanno mai perso un minuto e oggi dopo una trasferta così lunga e solo da noi può capitare una cosa del genere in Serie D».

Fabio Fraschetti, mister del Cuneo è invece critico verso se e la sua squadra: «Sono deluso della prestazione. Abbiamo fatto bene 20 minuti. Il gol preso è stato strano, ci siamo fermati e così facendo non abbiamo neanche contrastato Scapini al tiro. Questo ci deve servire da lezione: non cerchiamo scuse, è la nostra prima sconfitta contro una buona squadra e ciò dimostra che dobbiamo crescere ancora. Meglio il primo tempo che il secondo, dove abbiamo attaccato senza ordine e disunendoci, sbagliando tante cose».

LE PAGELLE

PISSARDO 7: Sicuro, affidabile e concentrato. Siamo sicuri sia del 1998?
LUONI 6,5: Bene prima a destra, poi in mezzo. Una sicurezza
FERRI 7: Dirige il reparto con la sua personalità e una testa di categoria superiore.
VISCOMI 6,5: Bene nel primo tempo, regge bene il reparto con Ferri. Sfortunato nell’infortunio (GRANZOTTO 6,5: Buoni spunti e qualche discesa interessante. Si muove in maniera ordinata anche dietro)
BONANNI 7: Prima a sinistra, poi a destra, un altro giovane che sorprende per personalità, dando ragione a mister Ramella: “I ragazzi bravi devono giocare comunque”
CALZI 6,5: Manovra con ordine nonostante la condizione non al top. (BOTTONE s.v.)
ZAZZI 6,5: Leva i dubbi a chi si chiedeva se potesse reggere fisicamente anche la Serie D. Mezzo voto in meno per l’espulsione
BECCHIO 6,5: Corre tanto, ma alle volte sembra anche a vuoto. Comunque sopra la sufficienza
PIRACCINI 6,5: Si impegna e fa tanta legna anche in un ruolo non prettamente suo
LERCARA 6: Non riesce a entrare pienamente in gara, ma quando parte è sempre difficile da fermare (GAZO 6,5: Entra e si trasforma in diga umana davanti alla difesa)
SCAPINI 7: Un gol che vale oro. Si conferma bomber di razza

di
Pubblicato il 04 settembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore