UYBA, solo quarta al Trofeo Bellomo. Vince Novara

Prestazione deludente per la Unet Yamamay Busto Arsizio che nella finale per il terzo posto, perde per 2-3 contro la Foppapedretti Bergamo

Unet Yamamay Busto Arsizio vs Bergamo

Prestazione deludente per la Unet Yamamay Busto Arsizio che nella finale per il terzo posto del Trofeo Mimmo Bellomo, perde per 2-3 (25-21, 14-25, 18-25, 8-15) contro una Foppapedretti Bergamo molto rimaneggiata, vista l’assenza per impegni con le rispettive nazionali di alcune delle sue titolari. A deludere è soprattutto l’atteggiamento delle biancorosse che sembrano scendere in campo piene di energia ma che si spengono subito e dimenticano di portare con sè anche un po’ di sorrisi. Mencarelli deve fare ancora a meno di Diouf e Spirito e a metà del primo set è costretto anche a togliere dal campo la palleggiatrice Signorile che si è rimediata una distorsione alla caviglia sinistra. Si fa vedere Vasilantonaki che ancora non al pieno della forma, dimostra di poter essere una pedina importante per il campionato. Bene il gioco a muro mentre ci sono ancora troppi problemi in difesa, anche se ha sicuramente un peso l’assenza del libero titolare; Negretti ci prova e Moneta dimostra di essere un ottimo supporto, mentre il voto è decisamente scarso per le altre farfalle. L’americana Simpson viene schierata in campo ma è a Busto da meno di una settimana, la preparazione è ancora indietro e manca per ovvi motivi il feeling con le compagne. Dall’altra parte della rete Bergamo inizia la partita come bloccata ma carbura con l’andare del tempo e nel quarto set si accende e prende in mano le sorti del match in un crescendo di entusiasmo che è il settimo giocatore in campo. Le due prestazioni di questi giorni serviranno a Mencarelli e a tutto lo staff biancorosso per avere indicazioni preziose su come impostare i prossimi allenamenti in vista dell’inizio del campionato.

Galleria fotografica

Unet Yamamay Busto Arsizio vs Bergamo 4 di 17

Nonostante la sconfitta, coach Mnecarelli si dimostra moderatamente contento: “Giovedì avevo ottenuto qualche risposta positiva dal punto di vista individuale, mentre non avevo visto niente di ciò che riguarda i meccanismi di squadra. Non ero contento giovedì, mentre oggi sono moderatamente felice perché avevo chiesto quattro cose durante gli ultimi allenamenti e contro Bergamo ne ho viste due bene e due work in progress. Dobbiamo trovare nei prossimi appuntamenti amichevoli continuità e positività per arrivare al campionato con la capacità di giocare 5 set su livelli di gioco alti”.

Nella finale per il primo posto, la Igor Gorgonzola Novara batte, non senza fatica, una scatenata SAB Grima Legnano 0-3 (15-25, 23-25, 23-25), che dimostra sul campo tutto il suo valore esaltando il pubblico presente sugli spalti del Pala Borsani di Castellanza.

LA PARTITA
Mencarelli schiera in campo Signorile in regia, Simpson opposto, Vasilantonaki e Moneta in attacco, Stufi e Pisani al centro, Negretti libero.
Il set si apre con il primo punto per la neo-farfalla Taylor Simpson, poi una serie di battute sbagliate tiene le due formazioni sul 4-4. Sul 10-6, dopo una serie di erroracci delle sue, coach Lavarini interrompe il gioco per dare qualche indicazione alle sue che non riescono a entrare in partita. Al rientro in campo le orobiche si riportano a -2 (12-10) sfruttando alcuni errori delle attaccanti bustocche. Sul 14-11 Mencarelli deve inserire Cialfi su Signorile che è atterrata male da un salto e lamenta un dolora alla caviglia sinistra. Il set si conclude senza particolari difficoltà a favore della UYBA (25-21).

Nel secondo set Paggi e compagne entrano in campo con maggiore convinzione e mettono in difficoltà la già traballante difesa biancorossa, portandosi sul 5-9. Sul 6-13 Mencarelli mette in campo Sartori al posto di Simpson per dare fiato all’americana che è arrivata in squadra solo da pochissimi giorni. Il blackout biancorosso continua e Bergamo si porta sul 10-18 costringendo Mencarelli a utilizzare il secondo time out ma la situazione non cambia e Bergamo porta a casa il parziale (14-25).

Nel terzo parziale la situazione si ribalta ancora e stavolta è la UYBA a partire forte, scappando sul 7-3 ma le ragazze di coach Lavarini non ci stanno e si riportano a -2 (12-10). Sul 23-20 in campo Berti su Pisani poi l’attacco di Moneta e l’errore di Bergamo chiudono il set 25-20.

Il quarto set inizia in sostanziale equilibrio (6-6) poi Bergamo alza il muro e prova a scappare sul 7-9. Entrambe le formazioni si inseguono sfruttando l’una le imprecisioni dell’altra (17-17). La UYBA si spegne ancora e la ricezione traballante contribuiscono al 18-25 finale.

TIE BREAK
Le orobiche, che nel corso del quarto set hanno ingranato la quinta, dimostrano di volersi portare a casa il terzo posto del Trofeo Bellomo e si portano agevolmente sul 3-7 mentre dall’altra parte della rete si spegne l’entusiasmo, complice anche la stanchezza e si vedono una serie infinita di erroracci. Set e partita si chiudono con un netto 8-15 a favore delle ragazze di coach Lavarini.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 settembre 2016
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Unet Yamamay Busto Arsizio vs Bergamo 4 di 17

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore