Baiano: “Felice per il gruppo, arrabbiato per i gol subiti”

Il tecnico biancorosso si complimenta e poi tira le orecchie ai suoi. Voti: Rolando e Viscomi da applausi, Cusinato e Scapini in difficoltà

Varese - Gozzano 3-2

Felice per il risultato, orgoglioso per la reazione dei suoi, “incazzato” (testuale) per i due gol subiti. Questo il riassunto del Baiano-pensiero dopo la vittoria del suo Varese, per 3-2, contro il Gozzano. Ecco le frasi del tecnico e degli altri ospiti della sala stampa.

Galleria fotografica

Varese - Gozzano 3-2 4 di 21

Francesco BAIANO (All. Varese) «Senza giocatori importanti in mezzo al campo diventa difficile, ma quando hai gente che dà l’anima puoi vincere lo stesso. Esco però con la convinzione che il gruppo, questo gruppo, sia sempre più importante»
«Sono contento da una parte e incazzato per aver preso due gol del genere: ho alle spalle un po’ di partite e so che questi errori non vanno fatti. Sul primo Aperi si è trovato da solo, sul secondo eravam già sotto la doccia e questo non ce lo possiamo permettere. Abbiamo speso molto, battuto una squadra forte che si è rinforzata, siamo stati bravi a soffrire ma poi è inaccettabile prendere un gol simile. Uno alto 1,95 non dev’essere lasciato solo in area: in area si marca a uomo, non c’è zona. Lo abbiamo fatto perché siamo usciti dalla partita. Ho fatto i complimenti ai ragazzi ma ne riparliamo domani perché su questo non ho lo spirito giusto».
«Potevamo cedere dopo l’1-1 e invece ho una squadra che non si tira mai indietro, che ha limiti ma che vuole sempre fare… tutti sono titolari, anche se ne entrano solo 14 per volta. Oggi ho scelto di far giocare Simonetto perché avevo bisogno centimetri e perché mi ha dato garanzie, si allena sempre al massimo, e ha sostituito bene Ferri che per noi è importantissimo».
«Rolando, Giovio, Scapini… sono i nostri primi difensori: quando quelli dietro vedono questa applicazione da parte dei quattro davanti, sono portati a fare ancora meglio. Rolando si impegna a fondo sempre, nonostante qualche mugugno del pubblico: gioca esterno e non si è mai lamentato una volta».

Massimo GARDANO (All. Gozzano) «La nostra è stata un’ottima partita, purtroppo costellata da errori individuali e se commetti sbagli clamoroso contro una squadra importante non sempre riesci a risalire la china. Sono molto contento per il primo tempo quando siamo stati ordinati e abbiamo proposto anche buone cose. Purtroppo in un momento in cui potevamo provare a vincere, siamo andati sotto e a quel punto non era possibile recuperare. Il Varese è stata la squadra che mi aspettavo, sorniona ed esperta: per questo dico che siamo stati abbastanza bravi nel metterla in difficoltà».

Mattia ROLANDO (Ala, Varese) «Non era facile, soprattutto dopo il gol a freddo subìto nella ripresa. Però siamo stati autori di un’altra grande reazione: l’abbiamo portata a casa e siamo ben contenti. C’erano assenze ma noi ci sentiamo tutti titolari: il Gozzano ha fatto modifiche importanti in questo mercato e ci ha creato difficoltà, ma noi siamo stati squadra anche aiutando il centrocampo dove stavamo soffrendo. La mia partita è stata buona, ma quando giochiamo palla a terra abbiamo tante qualità per mettere in difficoltà gli avversari. Io mi sono trovato bene con Talarico: a forza di giocare insieme ci stiamo coordinando sempre meglio».

Claudio BONANNI (Terzino, Varese) «Arrivo da due mesi con un sacco di problemi fisici, ma la società ha capito la situazione e l’ha gestita bene. Al mio posto è stato bravo Granzotto, ora mi sento al 100% della forma fisica e ho cercato di dare il mio contributo. Il Gozzano ci ha messo in difficoltà a centrocampo ma noi siamo stati bravi a reagire; peccato solo per aver subito il secondo gol, da difensore mi ha infastidito. Siamo stati bravi sui calci piazzati: le palle inattive sono determinanti. E sul secondo gol ce l’ho messa tutta per guadagnare il corner da cui è nata la rete».

Varese - Gozzano 3-2
Gioia Viscomi (foto Borserini/Raso)

P A G E L L E

PISSARDO 7 – Il volo su Zerbin nel primo tempo è una vera magia. Sicuro come sempre, esce con due gol a carico ma senza particolari colpe.

TALARICO 7 – Prova davvero incoraggiante, quella del terzino, che si intende bene con Rolando e lo supporta al meglio durante gli sganciamenti. Solo una sbavatura, che per poco non costa cara (testa di Aperi in tuffo, palla fuori).

FERRI 6 – Prova di sola esperienza, per 45′, perché il fisico non lo supporta. Lascia il campo senza aver concesso granché agli avversari.
(Simonetto 6,5 – Entra senza timore, collabora alla marcatura della terza rete. Tra i colpevoli delle due dormite che portano ai gol del Gozzano, ma è un errore condiviso da molti).

VISCOMI 7,5 – Prova “alla Bonucci” per il numero 6 biancorosso, impeccabile negli appoggi e sui lanci, sicuro in retroguardia e premiato da una rete pesantissima, arrivata in un momento delicato del match.

BONANNI 6,5 – Inizia benino ma senza fiammate, però cresce alla distanza un po’ come avviene per il suo compagno di “catena” Becchio. Determinante nel guadagnare il corner da cui nasce il 2-1, è in risalita netta.

ROLANDO 7,5 – Migliore in campo a cui manca soltanto la gioia del gol. Sfrutta il vantaggio d’esperienza e velocità contro Ligotti (che commette fallo da rigore proprio su di lui), sfida a duello il portiere Signorini, fa movimento e contribuisce a disorganizzare la difesa ospite. La migliore giornata in biancorosso.

CUSINATO 4,5 – Pomeriggio durissimo per il giovane centrocampista, messo nei panni di vice-Zazzi. A Venegono se l’era cavata benino, contro il Gozzano – che spesso gli toglie spazio – va in bambola completa. Baiano non lo toglie, perché ha bisogno della sua corsa, ma in questo modo lo espone ai mugugni del pubblico.

GAZO 6,5 – Tosto, come gli si chiede di essere: poco appariscente ma non è quello di cui c’è bisogno. Va alla guerra contro il centrocampo piemontese.

BECCHIO 6,5 – Subito lo spunto che porta al Varese il rigore. Poi si vede meno di altre volte nel corso della prima frazione, ma torna a cavalcare nella ripresa. Arma importante.

GIOVIO 7 – Nei momenti meno positivi del Varese, c’è sempre un suo allungo, una sua giocata, un ripiegamento in buon ordine a puntellare i compagni in difficoltà. Rigore perfetto, tante idee utili alla causa.
(Calzi 6 – Riprende confidenza con il campo, ammonizione ben spesa)

SCAPINI 5 – Signorini gli nega il gol al termine di una grande azione, ma la partita di Scapini è quasi tutta lì.
(Moretti 6,5 – Trovateci un varesino più felice di lui questa sera)

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 08 dicembre 2016
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Varese - Gozzano 3-2 4 di 21

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore