Botti di Capodanno, arriva l’ordinanza per prevenire i rischi

L'amministrazione olgiatese è tra le più restrittive nei confronti dei tradizionali fuochi d'artificio che vengono sparati per salutare il nuovo anno. Si consiglia di leggere prima di acquistare

ordinanza botti capodanno

Anche quest’anno il Comune di Olgiate Olona rinnova le disposizioni per prevenire i rischi connessi all’uso di artifici pirotecnici. Le feste di fine anno si avvicinano velocemente e con esse l’abitudine ad accendere petardi e fuochi d’artificio per completare queste giornate particolari con giochi di luce e colore. Purtroppo sta per sopraggiungere anche il periodo dell’anno in cui si verificano incidenti spesso mortali, provocati dai fuochi pirotecnici illegali o utilizzati in modo scorretto.

Esiste un oggettivo pericolo, anche per i petardi, dei quali è ammessa la vendita al pubblico, trattandosi pur sempre di materiali esplodenti, che, in quanto tali, sono comunque in grado di provocare danni fisici, anche di rilevante entità, sia a chi li maneggia, sia a chi ne venisse fortuitamente colpito.

Benché nel territorio di Olgiate Olona non siano mai stati segnalati infortuni significativi, legati al lancio di petardi, l’amministrazione comunale promuove anche quest’anno, nel periodo antecedente il Capodanno, una specifica attività di prevenzione, a tutela dell’incolumità dei cittadini, nella quale è fortemente impegnata anche la Polizia Locale.

In questi giorni è stata emessa l’ordinanza n. 128/2016 avente ad oggetto: Misure per la prevenzione dei rischi derivanti dall’impiego di artifici pirotecnici, in occasione dei festeggiamenti per il Capodanno 2017.

Il sindaco Giovanni Montano commenta l’iniziativa: “Siamo consapevoli che la sola ordinanza non sia sufficiente se non prevale anche il buonsenso. Lecito festeggiare, ma occorre tener conto della propria e dell’altrui sicurezza senza, ovviamente, dimenticare il grave disagio che certi potenti rumori hanno sugli animali”.

Per la vendita e l’impiego di artifici pirotecnici, in occasione dei festeggiamenti del Capodanno 2017, dovranno pertanto essere osservate le seguenti disposizioni:

a) vendita negli esercizi commerciali abilitati: è consentita esclusivamente nel rigoroso rispetto dei limiti e delle modalità stabilite dalla Legge, con particolare riguardo al

quantitativo massimo che può essere detenuto presso ciascun punto vendita, all’etichettatura e alle norme poste a tutela dei minori e delle prescrizioni dell’art.5 del D.lgs n.123/2015; in caso di accertata inosservanza il Comune, valutata la gravità dell’infrazione potrà disporre, in aggiunta alle altre sanzioni e all’eventuale sequestro della merce irregolarmente venduta il divieto di prosecuzione della vendita, per il corrente anno;

b) impiego: è tassativamente vietato, a partire dalla data odierna e fino al 15 gennaio 2017, far esplodere prodotti pirotecnici del tipo “petardo” o “razzo” o comunque di cat. F2 o superiori:
1) in tutti i luoghi, coperti o scoperti, pubblici o privati, in cui si svolgono manifestazioni pubbliche o aperte al pubblico, di qualsiasi tipo; per le iniziative già autorizzate i responsabili dovranno affiggere appositi cartelli;
2) all’interno di asili, scuole di ogni ordine e grado, uffici pubblici e ricoveri di animali, nonché entro un raggio di 200 metri da tali strutture,
3) in tutte le vie, piazze ed aree pubbliche, dove transitano o siano presenti delle persone e/o animali.

Gli organizzatori delle feste dovranno assicurare, con proprio personale, un’assidua sorveglianza, per il rispetto di quanto sopra, avvertendo tempestivamente se del caso, la polizia locale e le forze dell’ordine.

Sono previste anche disposizione a tutela degli animali da compagnia:

evitare di lasciare gli animali di affezione da soli all’aperto o sul balcone, di non tenere i cani legati alla catena e di prestare particolare attenzione anche agli animali in gabbia; di cercate di minimizzare l’effetto dei botti tenendo accese radio o TV; nei casi di animali anziani e/o particolarmente sensibili allo stress dei rumori, di rivolgersi con anticipo al proprio veterinario di fiducia; di dotare i cani e gli altri animali d’affezione di tutti gli elementi identificativi possibili (oltre al microchip, medaglietta con un recapito) onde poterli identificare immediatamente nel caso di fughe e/o smarrimenti.

Il testo integrale dell’ordinanza sul sito www.comuneolgiateolona.it.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore