Il pranzo di Natale? Lo ritiro in stazione

Arrivano anche per Natale le "Foodcycle" del nuovo servizio di produzione e delivery di pasti dedicato ai pendolari. E portano lasagne e faraona

ICestini

Già come idea in generale, ai pendolari, è parsa subito bellissima: un servizio di produzione e consegna di cibo che ti raggiunge e consegna in stazione, quando stai per tornare a casa.  Ma ICestini, nata qualche mese fa a Milano per “rifornire” di buone e sane cene i pendolari, hanno deciso che questa vita più comoda i viaggiatori quotidiani se la dovevano godere anche nelle feste e hanno deciso di proporre, “nel cestino”, anche il pranzo di Natale.

Con lasagne con salmone, robiola e pepe rosa oppure classiche lasagne alla bolognese, crespelle valtellinesi o faraona ripiena oppure infine polenta e baccalà: un menu che “risolve” le principali portate , quelle per cui ci vuole tempo per fare contenti i parenti.

ICestini

COME FARE

Tutte le teglie sono da sei porzioni e si possono ordinare dal 13 dicembre fino al 21 via e-mail a info@icestini.it indicando nome e cognome, elenco delle teglie e numero di esse, data e luogo di ritiro:  i punti di ritiro attivi sono le stazioni di Cadorna e Porta Garibaldi e i punti in Porta Venezia e piazza Aspromonte (la sede del laboratorio dei cestini) dalle 17 alle 2. L’organizzazione manderà email di conferma e conto, poi, sarà possibile ritirare i piatti fino al 23 dicembre compreso.

CESTINI: IL PRIMO DELIVERY DEDICATO AI PENDOLARI

Quello del pranzo di Natale è un “i più” per un servizio che sta diventando trendy. Ormai le loro biciclette in Cadorna e in stazione Garibaldi infatti sono diventate una curiosità: perchè iCestini.it, primo delivery pensato per i pendolari, porta su due ruote la cena prenotata on line direttamente in stazione. Per portarsi a casa una cena, buona e non banale basta un click: a cucinare ci pensano loro. «Un servizio che nasce da una necessità fino ad ora non soddisfatta – spiega Anna Prandoni, bustocca, una dei fondatori de iCestini – sono pendolare da quasi vent’anni, da altrettanto tempo lavoro in ambito editoriale e gastronomico e ho sempre pensato che solo una cosa avrebbe dato una svolta alle mie serate: un servizio di delivery che mi aspettasse in stazione. Così, ho provato a realizzare questo sogno, insieme ai miei soci».

La filosofia è semplice e chiara: ottime materie prime, personale formato e competente, rispetto della stagionalità. L’obiettivo non è quello di stupire a tutti i costi ma offrire piatti e ricette che si facciano ricordare per il loro sapore: il menu de iCestini infatti è a base di piatti tipici della tradizione italiana ma con tocchi insoliti e intriganti. Una specie di “ristorante di qualità” dentro un cestino, per una cena subito pronta e un po’ speciale.

Ogni giorno è possibile ordinare attraverso il sito i piatti che piacciono di più, e le pietanze verranno preparate in giornata confezionate in vaschette monoporzione termosaldate (e totalmente smaltibili nella frazione dell’umido nella raccolta differenziata).

Una volta pronti, iCestini vengono poi recapitati direttamente alla stazione e all’orario indicati grazie alle foodcycle, che si possono monitorare dalla mappa disponibile sul sito. Arrivati a casa, per mangiare bastano poi due mosse: un veloce passaggio in forno (microonde o tradizionale) e preparare la tavola.

DOVE SI TROVANO

Il servizio iCestini è per ora attivo presso la stazione di Milano Cadorna e Milano Porta Garibaldi per la cena, mentre per pranzo è stato recentemente aperto un punto di ritiro in Piazza Gae Aulenti: stanno però lavorando per arrivare in Stazione Centrale e in altri punti strategici di Milano. E, da pochi giorni, sono riusciti ad aprire anche un punto “a casa”, a Busto Arsizio: si tratta di Bisto, in piazza San Michele 4.

Per nuove info si possono seguire iCestini sul sito internet , la pagina Facebook , Instagram e su Twitter.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore