Il presidente del tribunale D’Avossa va in pensione

Festa d'addio per il giudice che ha ricoperto l'incarico negli ultimi due anni traghettando gli uffici verso una riorganizzazione interna e verso il processo telematico: "Poco personale ma grandi lavoratori"

edoardo d'avossa

Il presidente del Tribunale di Busto Arsizio Edoardo D’Avossa va in pensione. Questa mattina (martedì) ha salutato autorità, colleghi e personale amministrativo con un rinfresco e un breve discorso di ringraziamento per questi due anni passati all’ultimo piano di Palazzo di Giustizia.

Erano presenti, oltre ai giudici delle varie sezioni e al Procuratore Capo Gianluigi Fontana, il prefetto di Varese Giorgio Zanzi, i sindaci di Busto Arsizio, Legnano e Gallarate, due ex-sindaci, il capitano dei Carabinieri e i vertici di Guardia di Finanza e commissariato di Busto Arsizio.

Il giudice, che ha una lunga e importante carriera alle spalle, si è impegnato in questi 24 mesi a riorganizzare il tribunale e a mettere in atto il cosiddetto processo telematico. Un lavoro che ha portato a termine nonostante l’annoso problema della carenza d’organico che – ha sottolineato anche questa mattina – sfiora il 50% della pianta organica.

«Nonostante questa carenza – ha detto – vorrei sottolineare che questi uffici mantengono standard elevatissimi con una produzione che va ben oltre la media. Questo è stato possibile solo grazie all’abnegazione di giudici e personale amministrativo che non si è mai risparmiato».

Al suo posto, e fino a quando non verrà nominato il nuovo presidente, prenderà il suo posto l’attuale presidente vicario Carmelo Leotta, tra i candidati alla prossima presidenza del tribunale bustocco.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 13 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore