Pm10, il Comune aggiunge un (limitato) divieto ai veicoli

La limitazione riguarda una sola categoria di veicoli datati e prevede deroghe per molte strade di attraversamento

smog inquinamento atmosferico aria macchina

Il livello di inquinamento atmosferico, con il PM10 da giorni oltre il livello di guardia, è alla base dell’ordinanza emessa in data odierna con la quale viene estesa l’ordinanza regionale in vigore fino al 15 aprile.
A Gallarate fino al 31 gennaio 2017 viene infatti introdotto dalle 7.30 alle 19 dal lunedì al venerdì (escluse le giornate festive infrasettimanali) il divieto di utilizzo dei veicoli euro 3 diesel senza FAP. Si tratta di un inasprimento delle limitazioni a livello regionale, che riguardano solo gli euro 0 benzina e gli euro 1 e 2 diesel.
Sono esclusi dal fermo i veicoli con particolari caratteristiche costruttive o di utilizzo a servizio di finalità di tipo pubblico o sociale quali veicoli, motoveicoli e ciclomotori della Polizia di Stato, della Polizia penitenziaria, della Guardia di Finanza, delle Forze Armate, del corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, della Croce Rossa italiana, dei corpi e servizi di Polizia municipale e provinciale, della Protezione Civile e del Corpo Forestale.

E’ anche consentito il transito ai veicoli di pronto soccorso sanitario, agli scuola bus e ai mezzi di trasporto pubblico locale (TPL), ai veicoli muniti del contrassegno per il trasporto di portatori di handicap ed esclusivamente utilizzati negli spostamenti del portatore di handicap stesso e alle autovetture targate CD e CC.

Il divieto di circolazione non è esteso alle autostrade, alle strade Statali, Provinciali e alle seguenti strade cittadine: via Calatafimi, largo Boccherini, viale Milano, largo De Gasperi, via Ambrosoli, via Buonarroti, viale della Mornera, via P. Capponi (tratto viale della Mornera – via Montale), via Montale, via Gorizia, via Ristori, largo Como, piazza Timavo, via Arconti (tratto piazza Timavo – viale XXIV Maggio), viale XXIV Maggio, largo Larsoli, piazza IV Novembre, viale V. Veneto, corso C. Colombo (tratto via Pegoraro – viale V. Veneto), via Riva (tratto corso C. Colombo – piazza Buffoni), piazza Buffoni, via Vespucci, viale Lombardia, via Piave, via Nazario Sauro, via R. Sanzio, piazza Don Domenico Labria (già Giulio Cesare), via Pegoraro, via Varese, via del Lavoro (tratto via Varese – via Campo dei Fiori), via Campo dei Fiori, via per Besnate, via Ronchetti, piazza Risorgimento, via Puricelli, piazzale Europa, via XX Settembre, via Borghi, piazza S. Lorenzo, piazza Giovanni XXIII, via Ferni, via Beccaria, corso XXV Aprile, via Roma, corso Sempione, largo Togliatti, via Sciesa, largo Beethoven, via Monte San Martino, largo Mozart, via Assisi (tratto inizio centro abitato – via Monte San Martino), via Monte Leone (tratto inizio centro abitato – largo Mozart), viale Carlo Noè, largo Verrotti, via Fermi (tratto largo Verrotti – largo degli Alpini), largo degli Alpini, via Cardinal Schuster, via Cappuccini (tratto largo degli Alpini – inizio centro abitato), via Vaschi, via Stelvio (tratto largo Verrotti – via per Castelnovate), via Ferrario, largo Reiser, via Torino, via 2 Giugno 1946 (tratto via Torino – ingresso parcheggio area mercato), via Checchi (tratto inizio centro abitato – via Torino), via Cantoni, largo Boito, via Bonomi (direzione autosilo), via Fogazzaro (in uscita dall’autosilo), via Magenta (tratto via Ferrario – largo Boito), piazza Monte Grappa, via Pastori, piazza G. Italia, corso Leonardo da Vinci (tratto piazza Giovine Italia – via Pietro da Gallarate), via Mastalli; via Puglia (tratto via Forze Armate – via Mastalli), via Forze Armate, via Piceni, largo Pasta, via Pietro da Gallarate, via Lario (tratto via Pietro da Gallarate – via Fermi).

L’amministrazione comunale, in aggiunta all’ordinanza, consiglia alla cittadinanza e ai commercianti di mantenere temperature interne nelle case e nei negozi non superiori ai 19 gradi centigradi. Ed è sempre sotto forma di invito, l’indicazione di utilizzare i veicoli solo per lo stretto necessario. Si tratta di “accorgimenti” utili a fare scendere i livelli del PM10 presenti nell’aria ed, eventualmente, a sospendere l’ordinanza prima del termine stabilito.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore