Un gennaio di doni dal cielo e arresti clamorosi

Ci lasciamo alle spalle il 2016 con tante notizie piccole e grandi che hanno caratterizzato la nostra provincia. Ecco quelle più lette dai lettori nel mese di gennaio

Enoplastic

Il 2016 si è aperto con una notizia che insieme ad un filo di tristezza ha portato un esempio straordinario e positivo che ha saputo dare calore e portare attenzione sulla nostra provincia. Si tratta di Piero Macchi, fondatore della Enoplastic, morto nel luglio dell’anno precedente ma che ha lasciato come regalo ai propri dipendenti un milione e mezzo di euro suddivisi nelle loro buste paga di Natale. Questa storia ha portato il nostro territorio sotto i riflettori dei media di tutta Italia con orgoglio di tutti (LEGGI QUI).

Tra le cose che hanno destato grande attenzione c’è anche il clamoroso sviluppo delle indagini sull’assassinio di Lidia Macchi avvenuto 29 anni fa: gli inquirenti hanno arrestato Stefano Binda, ex compagno di scuola di Lidia Macchi. Di questa storia si parlerà a più riprese nel corso del 2016 (LEGGI QUI).

Molto triste un’altra delle notizie più letto di gennaio che fa riferimento alla scomparsa di Mirko Pellegrini, il diciassettenne di Golasecca investito a Fagnano Olona la sera di domenica 10 gennaio (LEGGI QUI).

Un altro fatto che ha suscitato molto stupore è la notizia di un’acrobata caduta mentre stava esibendosi in un numero al trapezio al Circo di Vienna, in quei giorni in via di svolgimento in corso Europa a Saronno (LEGGI QUI).

Infuriati, più che stupiti, i lettori che hanno letto del centro estetico di Marnate e Cavaria con Premezzo che dopo aver raccolto i soldi dalla clientela era scomparso nel nulla senza prestare il servizio (LEGGI QUI).

Fortissime emozioni ha suscitato, invece, l’annuncio che lo storico negozio di dischi “La casa del disco” di Piazza Podestà avrebbe chiuso: troppo alti i costi di gestione e forte calo delle vendite (LEGGI QUI).

Choc della città anche per un’altra chiusura, per fortuna solo una sospensione, che ha riguardato la sala di “Filmstudio ‘90” in via De Cristoforis (LEGGI QUI).

Altra notizia che ha avuto un’enorme eco in tutta Italia è stata l’arresto del sindaco di Brenta Gianpietro Ballardin. La vicenda sarà seguita dalla cronaca giudiziaria e politica per tutto il resto dell’anno. Lui è stato rilasciato e rieletto nel giugno successivo (LEGGI QUI).

Molto dibattito lo ha suscitato anche la lettere di un commerciante di Ispra che ha spiegato il proprio rifiuto di partecipare ai saldi invernali (LEGGI QUI).

Inoltre c’è stato il personale dell’ospedale di Angera che ha salvato una donna in attesa e il suo bimbo da una complicazione che avrebbe potuto avere conseguenze drammatiche (LEGGI QUI).

Altre notizie che hanno suscitato l’attenzione dei lettori nel gennaio del 2016
Il saronnese picchiato e ucciso a Santo Domingo (LEGGI QUI)
L’ultimo saluto a Ermal, ucciso il 30 dicembre da un colpo di pistola al volto (LEGGI QUI)
L’inizio della rivoluzione nella sanità lombarda (LEGGI QUI)
Il pianista multato in centro a Varese (LEGGI QUI)
La lotteria fortunata che ha baciato Varese e Como (LEGGI QUI)
Il primo nato dell’anno (LEGGI QUI)
Lo straordinario successo di Checco Zalone nelle sale della provincia (LEGGI QUI)
Il tributo degli alunni dopo la morte della professoressa Moroni (LEGGI QUI)
La vicenda della ragazza che ha voluto ringraziare il ragazzo che l’ha soccorsa durante un incidente (LEGGI QUI)
Il rincaro del pedaggio di Pedemontana (LEGGI QUI)

di tomaso.bassani@varesenews.it
Pubblicato il 20 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore