Sorte promette più treni alla stazione Ferno-Lonate

L'assessore regionale, invitato dalla candidata sindaco fernese, è stato in visita alla ex "stazione fantasma", che invece ora è presa d'assalto

Ferno generica generiche

«C’è già un progetto per inserire fermate in più per il Malpensa Express da dicembre, ma non escludo sorprese prima». L’assessore regionale Alessandro Sorte fa tappa alla stazione Ferno-Lonate Pozzolo e promette di aumentare l’offerta di treni da e per Milano e l’aeroporto.

La stazione FNM di Ferno-Lonate è stata per anni dipinta come “la stazione fantasma”: costruita nel 1999 insieme alla nuova linea di accesso per Malpensa, non è stata attivata per dieci anni. Poi nel 2009 si partì con un servizio navetta Busto-Malpensa, potenziato poi nel 2010 con i primi treni diretti per Milano. Da allora, il servizio è sempre cresciuto e, mentre aumentava il numero di treni, sono arrivati sempre più viaggiatori.

Sorte – esponente di Forza Italia – è intervenuto invitato da Elena Piantanida, candidata sindaco alle prossime elezioni comunali di Ferno. Quali sono i problemi della stazione? «Il parcheggio, che inizialmente sembrava ampio, oggi è insufficiente» ha spiegato all’assessore regionale Claudia Colombo, ex sindaco, che – in caso di vittoria di Piantanida – sarebbe nuovamente in giunta, come assessore. «Ci attiveremo con FerrovieNord per la questione dei parcheggi» ha promesso Sorte (FerrovieNord è la società che gestisce binari e stazioni della rete ferroviaria regionale).

Ferno generica generiche
Sorte (al centro) con il consigliere regionale Luca Marsico, Elena Piantanida e la sua squadra

La stazione ha visto man mano investimenti nell’ultimo lustro, dall’accesso ciclopedonale (completato nel 2015, con contestuale ampiamento dei parcheggi) al bar appena aperto (che finalmente ha dato anche un altro servizio importante: i servizi igienici). Su richiesta dei pendolari, abbiamo segnalato a Sorte anche il problema delle scale mobili, bloccata da mesi e già al centro di problemi negli anni passati: lo stesso assessore se n’è accorto, visto che per scendere al piano binari ha percorso la scala rigorosamente ferma. «L’ho notata, sarà oggetto di segnalazione agli uffici già oggi».

Nel complesso la stazione è divenuta comunque un punto di riferimento, «vengono dai paesi vicini, ma anche da Oleggio in Piemonte» hanno spiegato Piantanida e la sua squadra. Di qui la richiesta di aumentare il numero di treni che effettuino fermata: una richiesta che deve fare i conti con la necessità di inserire anche le corse più veloci dirette in aeroporto (considerate importanti negli anni scorsi anche per sfatare il mito di Malpensa “lontanissima da Milano”).

Il nuovo assetto del servizio è già allo studio da qualche mese e Sorte lo ha confermato. «E noi abbiamo la prova provata che quando Sorte prende un impegno, questo viene mantenuto: l’abbiamo visto nei mesi scorsi con il ripristino delle fermate del Malpensa Express a Busto» ha commentato il consigliere regionale Luca Marsico, che da esponente di Forza Italia è venuto a dar manforte alla candidata Piantanida (che sfida il centrosinistra, ma anche il vicesindaco uscente Gesualdi, esponente di Fratelli d’Italia che si ricandida con lista più ampia d’impronta civica).

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 01 giugno 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore