Rimpasto di giunta, Ferrario sarà il prossimo a lasciare

Il vicesindaco e assessore a Sport e Commercio lascerà a breve. Il ruolo di vice passerà a Isabella Tovaglieri e Gigi Farioli torna ad essere papabile per un posto in giunta ma i lavori pubblici resteranno in capo ad Antonelli, per ora

emanuele antonelli

Le acque agitate in cui naviga la giunta di Emanuele Antonelli fanno intravedere all’orizzonte un porto dove ripararsi. Il cambio al vertice della segreteria cittadina della Lega Nord e, quindi, una nuova riunione del primo cittadino con i segretari dei partiti di maggioranza, potrebbe chiudere il cerchio su questo travagliato rimpasto di giunta che si trascina da circa un mese.

Dopo le dimissioni di Alberto Riva, richieste proprio dal Carroccio in un’infuocata riunione di maggioranza e consegnate dall’interessato nei giorni scorsi, ecco che si appresta a lasciare il vicesindaco leghista e assessore al Commercio e allo Sport Stefano Ferrario. La decisione sarebbe già stata presa, una sorta di contropartita tecnica per accontentare Forza Italia, ma l’ufficialità non è stata ancora comunicata. Uno a uno, palla al centro. Lui, fino a ieri sera (mercoledì), ha smentito.

E la palla, adesso, dovrebbe calciarla il sindaco che si dice «sereno e in piena sintonia con i vertici dei due partiti principali che compongono la maggioranza». L’idea che starebbe maturando nella sua testa sarebbe quella di tenersi la delega dei lavori pubblici, settore chiave per le strategie del suo mandato amministrativo, fino a quando non troverà il profilo giusto a cui poterle consegnare.

Le deleghe di commercio e sport, invece, potrebbero far rientrare in gioco l’ex-sindaco Gigi Farioli, il grande escluso dai posti chiave della prima giunta Antonelli, promesso presidente del Consiglio, “tradito” da quella fronda leghista capeggiata da Paola Reguzzoni (che ancora oggi si dichiara non colpevole per quel voto a Mariani del Pd, ndr) che generò poi la sua sospensione e la cooptazione di Giampiero Reguzzoni al consiglio regionale.

Il profilo di Farioli sarebbe quello giusto per entrambe le deleghe: d’altra parte fu lui a volere il Distretto del Commercio e a renderlo operativo mentre non si discute la sua passione per lo sport (principalmente da tifoso ma con un passato da pallavolista, ndr). Il ruolo di vicesindaco, invece, rimarrà in quota lega per onorare il manuale Cencelli con l’assessore all’Urbanistica Isabella Tovaglieri in pole position.

I prossimi giorni ci diranno se tutti i tasselli di questa travagliata transizione andranno al loro posto e se la barca del capitano Antonelli potrà riprendere a navigare senza altre tempeste all’orizzonte.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 28 settembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore