Star della letteratura e giovani talenti, torna il Premio Chiara

Cognetti, Veronesi, Liotta, Bregola, Bianchini, Ricci, Manfredi, Castella tra gli ospiti del festival. Al via il 27 settembre

Varie

Nell’attesa di festeggiare i trent’anni, il Festival del Racconto Premio Chiara 2017 mette sul piatto un programma più snello ma non meno interessante di quello a cui ha abituati i suoi spettatori negli anni.

I tempi cambiano, le risorse sono sempre di meno ma il festival letterario varesino è riuscito a compiere «una piccola magia», come l’ha definita il presidente Romano Oldrini, «meno incontri ma con uno sguardo interdisciplinare che, come sempre, tocca diversi argomenti. La cosa importante è poi il premio, che speriamo di mantenere in qualsiasi condizione anche per le edizioni future. La cosa più bella è che in questi anni siamo riusciti a tenere le “antenne” ben accese sul panorama letterario italiano, intercettando scrittori che oggi hanno riconoscimenti importanti».

Mentre si pensa ai festeggiamenti del 2018, «vorremmo portare qualcosa di inedito di Piero Chiara» spiega Bambi Lazzati organizzatrice del festival, il calendario di quest’anno vede nomi come Paolo Cognetti, vincitore del Premio Strega con “Le otto montagne” in classifica tra i libri più venduti del momento (il seminario che terrà a Villa Recalcati è sold out), Paolo Veronesi e Eliana Liotta, Davide Bregola, Luca Bianchini, Luca Ricci, Paola Manfredi, Vincenzo Castella per citarne alcuni.

«E’ un festival che riveste una grande importanza per il territorio. La nostro volontà è quella di mantenere ferma e sottolineare l’importanza di questo avvenimento, speriamo che in futuro ci sia anche la possibilità di contribuire con un sostegno economica cosa che al momento non ci è permessa», ha sottolineato il Presidente della Provincia Gunnar Vincenzi davanti ad un tavolo molto partecipato. Il festival infatti, si muove da anni sul territorio portando i suoi eventi in diverse località della provincia, tra cui Luino.

Casciago: i luoghi

PREMIO CHIARA ALLA CARRIERA 2018

Sarà la città di Piero Chiara infatti, come da tradizione, ad ospitare la cerimonia del Premio alla Carriera che quest’anno verrà consegnato a Valerio Massimo Manfredi (il 15 ottobre, alle 17), dopo essere stato assegnato a nomi come Lina Wertmuller, lo scorso anno, Daniel Pennac, Andrea Camilleri, Franca Valeri, Paolo Villaggio, Ermanno Olmi, Luis Sepúlveda per citarne alcuni.

PREMIO CHIARA GIOVANI e PREMIO CHIARA INEDITI 

Cuore del festival resta poi il racconto. Ed è per questo motivo che grande attenzione va al Premio Chiara Giovani, ovvero i racconti inediti di aspiranti scrittori varesini che ogni anno regala un volume interessante. Basta pensare che tra gli scritti del passato ci trovano nomi che oggi risultano essere tra gli scrittori più amati del panorama italiano. Un esempio tra tutti è proprio Paolo Cognetti. La presentazione dei nuovi scritti è per l’8 ottobre alla Libreria Feltrinelli e vede 27 nuovi racconti da scoprire sotto la traccia “La porta di casa”.

Non meno importante il Premio Chiara Inediti 2017 che quest’anno porterà alla pubblicazione del libro di Marco Cavalieri che si è presentato al concorso con “Il breve ritorno di Colapesce”, vincendo il premio. La premiazione è per lunedì 30 ottobre, alle 17 al Laboratorio Formentini di Milano.

FINALISTI PREMIO CHIARA 2018

La premiazione avverrà poi, domenica 22 ottobre, alle 17 quando ci sarà anche la presentazione dei 3 finalisti del Premio Chiara, ovvero Davide Bregola con “La vita segreta dei mammut”, Francesca Manfredi con “Un posto dove stare” e Luca Ricci con “I difetti fondamentali”.

Tappa milanese invece per il Premio Riccardo Prina che da anni è ormai ospitato alla Triennale e che il 28 settembre, vedrà un incontro con Vincenzo Castella intervistato da Francesco Zanot, oltre all’inaugurazione della mostra “Un racconto fotografico”. Un premio che negli anni è diventato istituzione, richiamando l’attenzione sul mondo delle immagini.

 

CINEMA E CITTA’

Altro tema, di cui il festival non ha mai fatto a meno, è quello del cinema. La passione varesina per le pellicole si fa sentire e porta in città personaggi come l’attore Francesco Montanari, il “Libanese” di Romanzo Criminale per capire, che leggerà alcuni brani nell’incontro “Another side Of America” con Luca Briasco, Elisabetta Bucciarelli e Mauro Gervasini. Un percorso nel mondo del cinema noir americano (6 ottobre, aula magna università dell’Insubria, via Dunant). Si va “per i luoghi del cinema” invece il 12 novembre a Tradate grazie alla presentazione del libro di Oscar Iarussi. L’11 novembre c’è invece l’incontro “Il racconto cinematografico: quarant’anni di Star Wars” con Claudio Bonvecchio, Giorgio Ghisolfi e Matteo Inzaghi.

Varese resta protagonista anche nell’incontro “Negozio storici” in programma per il 20 ottobre e con due volumi. Il giornalista Riccardo Prando presenta il libro “Contro la scuola” (10 novembre) mentre a Gianni Spartà tocca l’apertura ufficiale del festival il 27 settembre, alle 21 con la presentazione del suo libro “Dimmi perchè parti” con Ivan Basso, Paola Ferrario Nava, Elia Luini e Pier Bergonzi.

Il programma però è molto più ampio e vede incontri anche con i classici e altro.

Tutto il programma 

di adelia.brigo@varesenews.it
Pubblicato il 22 settembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore