Monate, Maccagno e Noli capitali d’Italia open water

Il Challenge di nuoto in acque libere organizzato dalla ASD I Glaciali di Gazzada Schianno entra a far parte del gotha delle gare di nuoto in acque libere a livello intercontinentale

varie

Monate, Maccagno e Noli capitali d’Italia open water.

Oramai è ufficiale: dopo solo due anni Italian Open Water Tour, il Challenge di nuoto in acque libere organizzato dalla ASD I Glaciali di Gazzada Schianno, entra a far parte del gotha delle gare di nuoto in acque libere a livello intercontinentale portando le proprie tre tappe nel circuito internazionale Italian Open Water Tour.

Lago di Monate (17 giugno), Lago Maggiore (15 luglio) e il porto naturale di Noli (16 settembre) si legano quindi a gare spagnole, greche, californiane, messicane e molte altre per giungere fino al Kazakistan (www.openwaterworldtour.com).

«Proprio la bellezza delle nostre location unita alla pulizia delle acque è stato il traino per questo passo che ci rende molto orgogliosi: dare un respiro intercontinentale ai nostri eventi portando visibilità e prestigio a chi ci ospita e ha creduto in noi fin da subito – spiega Marcello Amirante, presidente dell’associazione gazzadese -. Siamo stati contattati qualche mese fa, scelti come uniche tappe italiane di questo prestigiosissimo Circuito internazionale di nuoto in acque libere. E’ iniziato un lungo iter, atto a verificare che i parametri organizzativi fossero compatibili, che ha portato a siglare un accordo che prevede l’ingresso di tutte e tre le tappe come uniche rappresentanti italiane».

Italian Open Water Tour è strutturato per creare un rank di nuoto in acque libere su scala mondiale: ogni gara genera un punteggio che va a sommarsi con quelli già ottenuti col fine di poter stilare a fine anno una classifica “globale” open water.

Italian Open Water Tour Challenge 2018 manterrà le proprie caratteristiche con la stesura di una classifica generale finale cumulativa delle tre tappe per ogni categoria.

Manca poco più di un mese alla prima tappa di Monate, che si terrà il 17 giugno, per la prima volta protagonista di un evento di nuoto di questa portata nonostante già lo scorso anno fece sognare il record assoluto sul bacino lacustre varesotto con quasi 700 iscritti alle tre gare di giornata.

Gli organizzatori segnalano la concreta possibilità di dover chiudere anticipatamente le iscrizioni (aperte su www.italianopenwatertour.com) visto il flusso continuo di iscritti da tutta Italia e non solo ( in starting list sono già confermati atleti provenienti da Udine, Aosta, Bologna, Firenze, Pisa, Pescara come dalla Germania, Polonia, Francia, Spagna e Lussemburgo).

Registrano già moltissime iscrizioni anche la Traversata dei Castelli di Maccagno (15 luglio) e la tappa di Noli (16 settembre).

«Saranno sempre tre le gare di ogni tappa: SMILE SWIM (2500 mt), HARD SWIM (5000 mt) e RELAY (staffetta 925mt x 3) che manterranno le stesse caratteristiche degli scorsi anni essendo aperte sia ad atleti di alto livello quando a chi vuole misurarsi con sé stesso e i propri compagni di allenamento… tutti accomunati dalla voglia di far festa e brindare all’arrivo. Non perderemo di certo il nostro spirito distintivo fatto di sport, condivisione e divertimento per tutti…anche per gli accompagnatori con musica e punti ristoro», continua Amirante. In palio i trofei assoluti (con la classica e distintiva classifica “no muta”), quelli di squadra (i primi 5 tempi sulla SMILE SWIM) e quelli dedicati ai gruppi (il gruppo che ha portato più atleti all’arrivo tra le tre gare).

Saranno ancora più saldi, se possibile, i rapporti con AVIS e Terre des Hommes.

Avis Provinciale Varese presenzierà col proprio gonfiabile ed un proprio gazebo, oltre che col logo sulle boe, alle tappe di Monate e Maccagno mettendo anche in palio per il terzo anno il Trofeo OPEN WATER OPEN MIND AVIS tra i donatori iscritti alle gare.

Terre des Hommes, dopo esser stata veicolo per la presenza dei campionissimi nazionali Simone Ruffini e Federico Vanelli alle premiazioni del Challenge 2017 alla Piscina Cozzi di Milano, rinnova l’entusiasmo con cui ha sempre collaborato con Italian Open Water Tour portando a nuotare nelle acque monatesi l’atleta delle nazionale ecuatoriana Ivan Enderica Ochoa, 10 volte campione sudamericano e nei primi quindici nella 10 km olimpica di Londra e Rio. La presenza del campione sudamericano testimonia il forte legame tra l’organizzazione e i progetti di Terre des Hommes in Ecuador che appoggia donando 1 euro per ogni iscritto non escludendo nuove iniziative come la riffa di fine 2017.

Il nuoto in acque libere si unisce così agli sport che portano la Provincia di Varese sotto la luce di riflettori internazionali valorizzando tutto il territorio.

Il video di presentazione del Challenge 2018

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 maggio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore