Chiunque può fare l’affido basta essere informati

Tre incontri preserali (19.30-21.30) che si svolgeranno presso la sede della cooperativa sociale L’Aquilone, che gestisce il Servizio affidi zonale. Si inizia il 26 settembre: «Tutti possono candidarsi»

famiglia

Anche quest’anno si svolgerà il corso di informazione per le famiglie interessate all’affido familiare: si tratta di 3 incontri preserali (19.30-21.30) che si svolgeranno a Sesto Calende presso la sede della cooperativa sociale L’Aquilone, che gestisce il servizio affidi zonale per conto dell’Ufficio del Piano di Zona di Sesto Calende. A partecipare, ogni 15 giorni a partire dal 26 settembre, sarà un gruppo di famiglie che si sono già iscritte, ma è ancora possibile chiedere informazioni ed iscriversi (tel. 0331/913579, mail servizioaffidizonale@laquilonescs.it).

«Ogni anno è prevista l’organizzazione di almeno un corso – spiega Daniela Restivo, responsabile dell’ufficio di piano – e pensando che abbiamo iniziato nel 2009 abbiamo provato a contare quelli già realizzati: così ci siamo accorti che siamo arrivati alla tredicesima edizione. Non pensiamo a grandi numeri di partecipanti: preferiamo il piccolo gruppo, che facilita la comunicazione e le prime relazioni di conoscenza reciproca.E spesso al termine dei 3 incontri scatta la scintilla che fa chiedere alle famiglie di proseguire nella successiva parte di formazione».

Partecipare a questi primi 3 incontri permette alle famiglie di capire meglio cos’è l’affido, e al Servizio Affidi di diffondere la cultura dell’accoglienza e dell’affido su un territorio allargato: infatti l’iniziativa è rivolta non solo a chi abita nei comuni appartenenti all’Ambito territoriale che da va Ispra fino a Vergiate, ma anche a famiglie di altri comuni.

Un arco temporale così esteso ha visto impegnate una ventina di famiglie in progetti di affido, e
attualmente sono attive o disponibili una decina; ma le richieste di trovare una collocazione per ragazze e ragazzi che hanno un contesto familiare che non facilita una crescita armonica sono tante. Solo quest’anno il servizio affidi ha ricevuto 26 segnalazioni da Servizi sociali comunali, e non solo da questo territorio.
«Ci preme ricordare – conclude Restivo – che l’affido familiare può essere fatto da coppie, sposate e conviventi, da single, con o senza figli. Insomma, potremmo dire che tutti possono candidarsi».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 settembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore