Bonoldi: “La mia nomina al Molina è legittima”

Il neo presidente risponde ai vertici della sua azienda sanitaria. Sulla vicenda interviene anche Ats

personaggi

Lo scorso 2 ottobre il Comune di Varese pubblicava il decreto nel quale veniva indicata la nomina dei nuovi consiglieri di amministrazione della Fondazione “Fratelli Paolo e Tito Molina”, tra cui quella del suo presidente, Guido Bonoldi, che è attualmente primario dell’unità operativa di Medicina Interna II a Busto Arsizio. Pochi giorni dopo il decreto di nomina è stato considerato efficace, il consiglio di amministrazione operativo, e quindi il commissario straordinario ha rassegnato le sue dimissioni.

Che non tutto fosse risolto, però, era già nell’aria: e ora una raccomandata della Asst Valle Olona non autorizza l’incarico al suo dipendente Guido Bonoldi come nuovo presidente del Molina, in base alle norme di un regolamento interno alla struttura.

«Ho ricevuto oggi (venerdì 19 ottobre, ndr) una raccomandata in cui il direttore generale della Asst Valle Olona mi dice che non sarebbe possibile autorizzare l’incarico di presidente del Molina che mi è stato affidato, in quanto dipendente della struttura – conferma Guido Bonoldi – Premettendo che io cesso le mie attività il 30 novembre prossimo, conto di far rispondere a questa notifica dal mio legale, perché le argomentazioni che hanno portato la ASST Valle Olona a negarmi l’autorizzazione non mi convincono».

Per Bonoldi si tratta di una questione che non riguarda l’istituto varesino: «Ritengo che, al massimo, si tratti di un contenzioso tra me e la Asst stessa, e che questo non tolga legittimità alla mia nomina – continua Bonoldi –  In ogni caso considero mio dovere in questo momento salvaguardare gli interessi del Molina, che ha bisogno di iniziare una fase di stabilità, e le aspettative della mia città continuando a lavorare secondo il mandato»

Anche Ats Insubria condivide la posizione del presidente, almeno per quanto riguarda la situazione del Molina: «ATS Insubria, in relazione alle sue competenze in materia di vigilanza, precisa che il giudizio di incompatibilità che potrebbe essere sollevato dal datore di lavoro nei confronti del dott. Bonoldi, non incide sulla validità dell’incarico di Presidente della Fondazione Molina» è stato il commento ufficiale alla notizia.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore