La “nostra” anatra mandarina è volata a Central Park

È stata avvistata ad ottobre e gli americani sono letteralmente impazziti. Ma da noi era arrivata alla Schiaranna nel 2016. Loro ci hanno fatto le magliette e noi?

L'anima gemella dell'anatra mandarina

La “nostra” anatra mandarina si è fatta un giro a Central Park e New York è impazzita.
È bellissima la storia raccontata da “Il Post” e, oltre ad essere curiosa, ci insegna una cosa: che forse noi, qui nel Varesotto, non sempre sappiamo valorizzare le bellezze che ci “piovono “dal cielo.

Galleria fotografica

L'anatra mandarina nel lago di Varese 4 di 9

Che cosa succede. Il 10 ottobre scorso i frequentatori del parco si sono trovati in uno dei laghi artificiali un bellissimo esemplare di anatra mandarina. Perché ne parliamo? Se non avete buona memoria vi aiutiamo noi.
A gennaio del 2016 una lettrice di Varesenews scattò alla Schiranna una foto di questa anatra, un esemplare maschio (si sa che in natura i maschi usano i colori per ammaliare le femmine): di piccole dimensioni è inconfondibile per il piumaggio variopinto e fornito di vistosi ornamenti, come il ventaglio di penne filamentose che scende dalle guance, a formare una sorta di bavaglio, e le caratteristiche “vele” arancione e bianco che si innalzano a metà del dorso. È una specie diffusa in Cina, Giappone e Corea ma rara nel resto del mondo.

Cominciò un pellegrinaggio alla Schiranna e al giornale arrivarono decine di foto. Noi ci siamo limitati a questo, gli americani han fatto molto di più.

“Su Twitter i suoi spostamenti sono registrati quotidianamente dal Manhattan Bird Alert, l’account dedicato agli uccelli di Manhattan e l’anatra ha persino un profilo personale, il Central Park Mandarin Duck, che oltre alle apparizioni raccoglie video e foto pubblicati online e sui giornali. Su Instagram l’hashtag #mandarinduck ha poco meno di 22.700 ricorrenze, le ultime dedicate quasi tutte all’esemplare comparso a New York”. (spiega il Post)

 

 

E non solo: la nostra bella anatrina è finita sulle magliette e rischia di diventare più popolare della famosissima borsa dal nome simile al suo, stranoto in tutto il mondo.

 

Alcuni si augurano che se ne vada al più presto perché ha attirato troppi curiosi e non tutti amanti della natura, ma “secondo gli esperti è possibile che passi l’inverno e il Natale a New York e finisca per stabilirsi lì definitivamente. Un ornitologo del Cornell Lab of Ornithology ha anche spiegato al New York Times che potrebbe accoppiarsi con le anatre native, ma non è chiaro se possano procreare insieme degli anatroccoli”.

A noi, qui nel Varesotto, questa storia ha fatto sorgere una domanda: ma l’anatra mandarina della Schiranna che fine ha fatto?

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 dicembre 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

L'anatra mandarina nel lago di Varese 4 di 9

Galleria fotografica

Anatra Mandarina 4 di 9

Galleria fotografica

L'anima gemella dell'anatra mandarina 4 di 5

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giorgio Martini Ossola

    Anni fa durante un viaggio attraverso gli USA vidi dei cartelloni che indicavano una cascata da visitare,man mano che mi avvicinavo veniva pubblicizzata come un luogo imperdibile e di una spettacolarità unica. Curioso mi arrampicai sulle colline del Tennessee e dopo aver parcheggiato,pagato il ticket entrai a visitarla…era simile alla cascata delle grotte di valganna,ma quella delle nostre grotte è molto più bella,anche se ignorata dai molti in quanto non pubblicizzata.

Segnala Errore