Incendio sul Monte Mondonico, la cronaca di venerdì 11 gennaio

Un grosso incendio è partito nella notte dell'11 gennaio e ha interessato una vasta zona boschiva del monte Mondonico.

Incendio Ghirla

Un grosso incendio è divampato nella notte tra giovedì 10 e venerdì 11 gennaio 2019 nei boschi sopra Ghirla, più precisamente sul lato est del monte Mondonico. L’incendio ha avuto una ripartenza nel corso della notte ed è attualmente sotto controllo. L’origine delle fiamme è dolosa.

Galleria fotografica

Elicottero in azione per spegnere l'incendio a Ghirla 4 di 5

Per tutto il giorno decine di squadre dell’antincendio boschivo e dei vigili del fuoco hanno combattuto contro il fronte che, però, ha avuto una ripartenza intorno alle 19. Ecco il racconto della giornata.

AGGIORNAMENTO DELLE ORE 23.00 – In serata sono stati evacuati gli animali di una fattoria nell’area del monte Mondonico, una quindicina di cavalli allontanati per precauzione. A presidiare la zona due squadre dei Vigili del fuoco e i volontari del servizio anticendio boschivo che resteranno sul posto tutta la notte, coordinandosi con l campo base al parco Airolo.

AGGIORNAMENTO DELLE ORE 21.45 – Prosegue il monitoraggio del fronte attivo sul Monte Mondonico. Gli specialisti dei vigili del fuoco del nucleo S.A.P.R. (Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto), mediante droni dotati di termocamera stanno “sorvegliando” il fronte delle fiamme, che allo stato attuale si attesta a circa 150 metri di lunghezza. I vigili del fuoco congiuntamente ai volontari A.I.B. si sono schierati con diversi automezzi a tutela dell’abitato di Mondonico. Rimane operativo il centro di coordinamento presso il “Parco Airolo”. 

AGGIORNAMENTO DELLE ORE 21 – Dopo una mattinata di intenso lavoro, che ha visto in campo il personale da terra e due elicotteri e due canadair, l’incendio è stato messo sotto controllo poco prima di mezzogiorno, ma malgrado il massiccio bombardamento di acqua effettuato dai mezzi aerei per tutta la giornata e l’incessante lavoro delle squadre di terra, un nuovo fronte incendio è stato segnalato su un crinale nel corso della serata, intorno alle 19.  Le fiamme sono state notate sul versante verso Bedero.

Le fiamme di sono riaccese in una zona molto impervia, non raggiungibile di notte. La zona è presidiata dai Vigili del fuoco e dai volontari dell’anti incendio boschivo, che per tutta la notte terranno monitorata la situazione, anche per la sicurezza di una fattoria presente in zona, in attesa che domani mattina, alle prime luci dell’alba, si possa chiedere l’intervento almeno di due elicotteri.

Inoltre durante la notte saranno effettuati controlli con i droni per un monitoraggio costante dell’evolversi della situazione.

L’incendio di Ghirla/Mondonico è certamente di natura dolosa (quello del Monte Martica invece si pensa sia stato originato da un evento accidentale). Il punto di innesco delle fiamme è uno, come confermano i carabinieri forestali, ed è nella zona del lago di Ghirla, non distante dalla pista ciclabile.

In fiamme i boschi tra Ghirla, Ganna e Mondonico

Le fiamme sono partite alle 5.30 e si sono diramate in due tronconi, uno verso Ghirla e uno verso Mondonico. Sul posto hanno operato due comandi stazione dei carabinieri forestali. Le indagini sono coordinate dalla Procura della Repubblica di Varese.

Dove è partito l’incendio al Mondonico

Il presidio degli uomini delle forze dell’ordine e dei volontari della Protezione Civile resterà attivo per tutta la giornata e anche nella notte, con controlli del territorio per evitare nuove ripartenze dolose delle fiamme.

L’INTERVISTA AL DIRETTORE DELLE OPERAZIONI DI SPEGNIMENTO DARIO BEVILACQUA

AGGIORNAMENTO DELLE ORE 14.30 – Proseguono le operazioni di spegnimento, allo stato attuale non risultano più fronti attivi. Sull’area interessata dall’incendio stanno operando due elicotteri del servizio antincendio regionale e un canadair. Congiuntamente le squadre di terra stanno effettuando le operazioni di bonifica. Sono in arrivo gli specialisti vigili del fuoco del nucleo S.A.P.R. (Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto) con dei droni dotati anche di termocamera.

AGGIORNAMENTO DELLE ORE 12.20 – Proseguono le operazioni di spegnimento dell’incendio sul monte Mondonico nel comune di Valganna (Va). Dalle prime ore dell’alba hanno operato incessantemente due canadair della flotta aerea nazionale, che hanno effettuato 35 lanci per un totale di 175.000 litri di acqua, congiuntamente due elicotteri del servizio antincendio regionale. Le fiamme hanno interessato 30 ettari di sottobosco. A terra stanno lavorando due squadre di vigili del fuoco con dieci operatori e 10 squadre di volontari A.I.B. con sessanta operatori. Allo stato attuale il fronte delle fiamme è sotto controllo. Il centro operativo è stato posizionato presso la struttura della Pro Loco di Ganna “Prato Airolo”.

Ecco l’area del nuovo incendio rispetto a quello dei giorni scorsi sulla Martica

I vigili del fuoco, la protezione civile e i tanti volontari degli enti che abbiamo imparato a conoscere in questi giorni di fuoco sono entrati in azione dalla prima mattina per domare le fiamme, che sono divampate su un fronte attivo di 300 metri ed hanno interessato una vasta area, visibile anche da molto lontano: tra le foto dei lettori ci sono scatti da Caravate, Besozzo, Agra. Intorno alle 11.30 l’area interessata dall’incendio è stata stimata in 30 ettari.

Due elicotteri del soccorso boschivo regionale sono entrati in azione per scaricare acqua a ritmo serrato insieme a due canadair. I carabinieri forestali sono arrivati sul posto, dove operano due squadre di vigili del fuoco e diverse squadre di volontari A.I.B..

Le operazioni di soccorso da terra sono state rese difficoltose dalla presenza di numerosi cavi dell’alta tensione, cosa che rende impossibile la presenza di personale in quei punti.

La strada della  Valganna è aperta.

Il sindaco di Valganna Bruna Iardini si trova nell’abitato di Mondonico, frazione del comune di Valganna: «Non ci sono evacuazioni in corso – ha spiegato -. Ma i vigili del fuoco sono sul posto nella frazione per evitare che il fuoco arrivi fino alle case».

In località Prato Airolo di Ganna, è stato riallestito il campo base che era già presente nei giorni scorsi in occasione dell’incendio della Martica. La direzione dello spegnimento è stata affidata a Mauro Mazzola e Dario Bevilacqua.

Incendio Ganna - Ghirla
L’elicottero carica acqua al lago di Ghirla

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 gennaio 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Elicottero in azione per spegnere l'incendio a Ghirla 4 di 5

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore