L’avvocato Romano fa i conti: “Per sgomberare i sinti il Comune ha speso 230mila euro”

I costi economici dello sgombero del campo di via Lazzaretto sono ormai da ottobre terreno di scontro. Pietro Romano, legale delle famiglie, contesta la ricostruzione di Cassani: "Dice in tv che ha speso 80mila euro, ma sono molti di più"

Ultime demolizioni al campo sinti di Gallarate

Quanto è costato lo sgombero del campo sinti di Gallarate?
Quanto pagherà il Comune complessivamente?
La questione è al centro dello scontro politico da ottobre scorso, quando si è capito che il sindaco Andrea Cassani sarebbe andato fino in fondo.

«Il sindaco dice in tv di aver speso 80mila euro, l’ha ripetuto a Mattino 5, ma la verità viene fuori» dice oggi Pietro Romano, legale delle famiglie sgomberate. Che sta seguendo la vicenda appunto da avvocato, ma non rinuncia a criticare nel suo complesso l’operazione di sgombero, per i costi ricaduti sulla collettività e quindi anche sul piano politico, dell’interesse collettivo.

Romano rifà il punto sulla spesa mettendo insieme la documentazione prodotta nei passaggi della vicenda in tribunale (in un caso il collegio ha respinto segnalando la competenza del Tar, pur entrando nel merito; per la denuncia penale al sindaco Cassani è stata invece chiesta l’archiviazione).

Nel dettaglio romano mette insieme diverse delibere di giunta e atti dirigenziali. «In totale si superano i 230mila euro, altro che 80mila euro», attacca. A partire dallo stanziamento (delibera 117 del 17 ottobre) per le operazioni di sgombero, per 49.380 euro. E proseguendo con le delibere 759 del 26 novembre (70.800), 766 del 27 novembre per facchinaggio-sgombero (6.100 euro), fino ai 108mila conteggiati complessivamente per trasferimento in hotel delle famiglie per un mese, carri attrezzi e altro.

È su questo piano che Romano rilancia il tema dei costi dopo lo sgombero. Mentre nel frattempo le famiglie sinti – o almeno: una parte – si sono ritrovate nuovamente insieme, stringendosi nel terreno agricolo di proprietà della Diocesi in via Aleardi. In questo caso, l’iniziativa è stata seguita dall’avvocato milanese Pia Cirillo, che aveva assistito i sinti nella prima fase, nella scorsa primavera.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 21 Febbraio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.