Salerno e Brixia d’oro al PalaYamamay. Ottimo terzo posto per la Pro Patria

PalaYamamay vicino al tutto esaurito per la prima tappa del Campionato Italiano a squadre. In A1 vincono le favorite, grande podio per i padroni di casa. Emozioni ed equilibrio nelle due gare di A2

PrimaABusto: la grande ginnastica al PalaYamamay

Spettacolo ed emozioni anche nella seconda e ultima giornata di gara al PalaYamamay di Busto Arsizio, che ha ospitato la prima prova del campionato italiano a squadre di ginnastica artistica 2019. Dopo il successo di AS Udinese e Ginnastica Pavese al sabato, nella gara valida per il torneo di Serie B, sulle pedane di viale Gabardi si sono confrontate le 48 squadre – tra maschile e femminile – delle due categorie più importanti, la A2 e – in chiusura – la A1.

Galleria fotografica

Campionati italiani ginnastica artistica a Busto Arsizio 4 di 37

Partiamo dalla Serie A1, quella più attesa, nella quale la parte del leone l’hanno fatta le due formazioni favorite e campioni in carica: la Ginnastica Salerno in campo maschile e la Brixia Brescia in quello femminile. La società campana è rimasta al comando dal primo all’ultimo esercizio, trascinata dall’azzurro Nicola Bartolini che respirava aria di casa visto che in passato ha gareggiato per la Pro Patria. Alle spalle dei salernitani (primi con 162,1 punti) si è piazzata la Ginnastica Civitavecchia di un altro atleta di interesse nazionale come Marco Lodadio, ma il podio è stato completato proprio dai padroni di casa: una splendida Pro Patria Bustese ha duellato a lungo per la seconda piazza e poi, dopo un infausto passaggio al cavallo con maniglie, ha rintuzzato il ritorno di Corpo Libero e Pro Carate conquistando un ottimo bronzo.

Tra le donne la Brixia non ha lasciato scampo alle rivali: Giorgia Villa, l’astro nascente della ginnastica azzurra, ha guidato le compagne in una gara dominata con miglior punteggio in tre delle quattro specialità previste e cioè volteggio, parallele asimmetriche e trave. Anche tra le donne la Ginnastica Civitavecchia ha bissato la medaglia d’argento – seppure a distanza – mentre la Ginnica Giglio di Montevarchi si è assicurata il terzo posto sul podio.

Vittorie lombarde invece nel torneo dedicato alla Serie A2: l’Asd Ares di Cinisello tra i maschi e il Fanfulla Lodi tra le femmine. Il club milanese si è imposto solo all’ultimo esercizio e con il minimo scarto (155,4 a 154,8) sulla Ginnastica Sampietrina di Seveso, con podio chiuso dal Gymnastic Romagna Team. Le lodigiane hanno prevalso di misura sulla Biancoverde Imola e sulle vicentine dell’Audace di Torri di Quartesolo al termine di una prova molto equilibrata.

PrimaABusto, manifestazione fortemente voluta dalla Pro Patria Bustese, ha ottenuto un ottimo riscontro dal punto di vista del pubblico ma anche da quello dell’impianto: il PalaYamamay si è infatti rivelato perfetto anche per una gara di così alto livello e con così tanti atleti impegnati (il campionato italiano si concluderà al Mandela Forum di Firenze e in generale si disputa in palasport di altissimo profilo). La gente ha assolutamente apprezzato. Quasi 3.300 gli spettatori presenti sugli spalti del “Maria Piantanida” una cifra vicina al tutto esaurito che in questo caso era fissato a 3.500 (rispetto alle partite di pallavolo non era disponibile il parterre, necessario per allestire le pedane di gara). Soddisfazione quindi per tutte le realtà che hanno lavorato all’organizzazione: dalla stessa Pro Patria alla Federginnastica fino al comune – presenti il sindaco Antonelli e gli assessori Tovaglieri e Farioli – e alla Camera di Commercio, presente attraverso la Varese Sport Commission.

LE VOCI

Nicola Bartolini (Ginn. Salerno): «Non era così scontato confermarsi al primo posto perché quest’anno abbiamo scelto di non prendere in prestito stranieri e cercare di vincere solo con gli italiani. Possiamo dire di aver fatto 18 esercizi giusti su 18, sono molto soddisfatto. Busto Arsizio è praticamente una seconda casa per me, sono onorato di aver vinto davanti a un pubblico che mi conosce da quando ero piccolo».

Giorgia Villa (Brixia Brescia): «Sono contenta di aver potuto provare gli esercizi nuovi. Trave e volteggio sono andati molto bene, al corpo libero e alle parallele invece sono arrivata un po’ stanca e ho sbagliato qualcosa. Adesso penso al Trofeo Città di Jesolo e poi a Mondiali e Olimpiadi».

Marco Lodadio (Ginnastica Civitavecchia): «Un’ottima gara sia a livello individuale, sia come squadra. Adesso il campionato entra nel vivo, dovremo cercare di fare ancora meglio nella seconda tappa e tirare fuori gli artigli, perché vogliamo vincere il campionato e ce la metteremo tutta. Complimenti all’organizzazione che si è comportata molto bene e non ci ha fatto mancare nulla».

Rino Scala (direttore tecnico Pro Patria): «Per noi è stata davvero una bellissima gara, e senza l’errore finale sarebbe andata ancora meglio. Sono veramente molto soddisfatto di tutti i ragazzi e penso che nella prossima tappa si potrà fare qualcosa in più. Dal punto di vista organizzativo è andato tutto alla perfezione: non ci aspettavamo una risposta così da parte del pubblico, è stato eccezionale».

#PrimaABusto, una prima giornata emozionante

 

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 25 febbraio 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Campionati italiani ginnastica artistica a Busto Arsizio 4 di 37

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore